Rublo più forte che mai, ma i russi sono senza McDonald’s e film (ed in ginocchio)

Che paradosso di guerra! La situazione russa è ormai tutta paradossale.

Il rublo è una delle monete che è cresciuta di più negli ultimi tempi, Anzi secondo Bloomberg nel 2022 è proprio il rublo la moneta cresciuta di più in assoluto in tutto il mondo.

Pixabay

Il rublo contro il dollaro e contro l’euro è ai massimi. In particolare sul Forex lo scambio rublo euro è ai massimi da 5 anni.

Moneta forte ma paese debole

Putin è riuscito in questo gioco di prestigio grazie ad un rigido controllo dei capitali.

Pixabay

Sostanzialmente in Russia sono possibili solo quelle transazioni che vanno nel senso di far aumentare di valore il rublo e sono proibite quelle che possono farlo diminuire di valore. Dunque parliamo di un rublo manipolato e pilotato che non è libero di scendere ma è libero solo di salire. Un gioco di prestigio che non potrà durare all’infinito ma che intanto rende la valuta fortissima. Chiaramente sono anche il petrolio ed il gas che crescono sempre di valore a rinforzare la moneta russa.

Le aziende occidentali lasciano la Russia

Quindi da un lato ci sono degli artifici contabili mentre dall’altro c’è la forza di materie prime delle quali la Russia oggettivamente ha una grande disponibilità. Se guardassimo solo il rublo, la Russia sembrerebbe un paese nel quale scorrono fiumi di latte e miele, ma in realtà l’inflazione sfiora il 18% e i cittadini russi sono in gravissime difficoltà. McDonald’s chiuderà gli 850 punti vendita del paese e questo gli costerà perdite di oltre un miliardo di dollari. Sono 32 anni che McDonald’s è presente in Russia.

Inflazione pesante per i cittadini

Basti pensare che la popolarissima catena americana era sbarcata in Russia quando ancora c’era il comunismo. Ma sono tantissimi i beni di consumo occidentali che ormai sono proibiti in Russia. Dunque i russi vivono il paradosso di una valuta che è una vera e propria superstar del Forex, ma di un’economia in ginocchio e privata tra l’altro di tantissimi beni ai quali ormai i russi si erano abituati da tempo. Putin continua a gestire questa situazione folle e paradossale con l’aiuto di una banca centrale russa che fa di tutto per sostenere il difficile momento ma è chiaro che parliamo di uno scenario davvero difficile per il grande paese asiatico ed anche la leadership di Putin ne risente.