L’Europa si prepara al grande blackout: cosa procurarsi da subito

La guerra in Ucraina entra nel vivo e la Russia parte con le sue ritorsioni nei confronti dei paesi dell’Unione Europea.

Bruxelles dice chiaro e tondo tutti i Paesi membri dell’Unione che devono prepararsi alla chiusura del gas russo.

ANSA/FILIPPO ATTILI/US PALAZZO CHIGI

La Russia vuole chiudere i rubinetti del gas come ritorsione nei confronti dell’odiata Europa ma anche L’Europa è stanca della dipendenza energetica da Putin e vuole affrancarsi dal gas russo.

La paura del grande blackout

Insomma la chiusura delle forniture del gas proveniente dalla Russia diventa sempre più probabile ed il rischio per l’Europa è quello di un grande blackout.

Pixabay

Il gas proveniente dalla Russia infatti è determinante per la produzione dell’energia elettrica in Europa. Una chiusura delle forniture del gas all’Europa significherebbe una lunga serie di problemi per i cittadini e per le imprese. Per le imprese significherebbe un’impennata feroce dei costi di produzione e tante rischierebbero di chiudere. Per i cittadini invece la chiusura delle forniture di gas vorrebbe dire una lunga serie di problemi pratici, il primo dei quali sarebbe l’impennata dei costi sulla bolletta ed un razionamento del gas che diventerebbe sempre più probabile. Ma un’ipotesi del genere vorrebbe dire anche rischi di blackout a catena e razionamenti sull’energia elettrica.

La fine delle forniture del gas russo

Anche se in Europa si parla spesso di linee alternative di approvvigionamento del gas, la verità è che se il gas russo dovesse non essere più erogato in Europa le conseguenze potrebbero essere pesantissime. Molto probabilmente il continente entrerebbe in recessione economica e le famiglie dovrebbero abituarsi ai razionamenti. Eppure non si può escludere nemmeno il fatto che la troppa penuria di energia possa lasciare per periodo di tempo più o meno lunghi varie zone d’Europa completamente al buio.

All’estero c’è già chi fa scorte

Alcuni esperti parlano con grande preoccupazione di questa ipotesi dei grandi blackout perché oltre ad essere un danno economico enorme per le imprese ed un fortissimo disagio per le famiglie, questi grandi blackout creerebbero anche notevoli problemi sul fronte dell’ordine pubblico. Insomma la fine degli approvvigionamenti del gas dalla Russia sembra sempre più vicina e le conseguenze per il vecchio continente si annunciano molto molto pesanti. Staremo a vedere se questa eventualità potrà essere in qualche modo scongiurata. In Spagna ed in Svizzera già da tempo la gente fa scorte di bombole di gas e batterie.