7,5% delle famiglie in povertà assoluta ed arriva la crisi alimentare: bomba sociale

Dopo la pandemia di covid, l’alta inflazione e la guerra, la prossima grande minaccia è la carestia globale.

Sempre più indicatori internazionali vanno in questa direzione ed il rischio di una grande carestia che colpisce tutto il mondo diventa sempre più concreto.

EPA/PIOTR POLAK POLAND OUT/ANSA

Anzi in realtà la grande carestia globale e la crisi alimentare sono già cominciate. Le materie prime alimentari aumentano sempre di più di prezzo e sul grano c’è un vero e proprio allarme.

Guerra del grano

Putin ha bloccato il grano proveniente dalla Russia e quello proveniente dall’Ucraina.

Pixabay

Questi due grandi paesi da soli valgono il 28% del grano mondiale e di conseguenza un blocco da queste due nazioni è pesantissimo. Anche L’India ha bloccato il suo Export di grano perché intimorita dall’impennata dei costi di questa materia prima. L’India è un altro grande produttore di grano e questo fa sì che ben 53 nazioni nel mondo siano a rischio fame. In sostanza il grano in circolazione nel mondo attualmente è troppo poco e per i paesi poveri si profila un elevato rischio fame. Ma il rischio c’è anche per l’Italia perché la crisi alimentare sta iniziando a colpire anche il nostro paese. Alcuni alimenti sono difficili da trovare mentre altri stanno aumentando di prezzo. Per ora l’effetto della crisi alimentare sull’Italia e di proporzione limitate.

Troppi poveri senza aiuti

Semplicemente il cibo costa di più e per le famiglie è più difficoltoso acquistarlo. Gli italiani che prima non erano mai entrati in un discount adesso invece si stanno spostando su questi centri commerciali molto più convenienti. Ma il problema per l’Italia è l’altissimo numero dei poveri. In Italia le persone in povertà assoluta sono tantissime. Si stima che addirittura soltanto i minori in stato di povertà assoluta siano 1,3 milioni. Un dato scandaloso e terribile. Quando la crisi alimentare arriverà colpire in modo più duro il nostro paese questa grandissima quantità di poveri che non sono in alcun modo aiutati dallo Stato rischia di dar vita ad una vera e propria bomba sociale.

Il 7,5% delle famiglie è in povertà assoluta

Infatti il nostro paese non ha strumenti di contrasto alla povertà. Mentre altri paesi hanno uno Stato Sociale che aiuta e sostiene chi scende in condizioni di povertà assoluta, il nostro paese ha soltanto il reddito di cittadinanza. Ma il reddito di cittadinanza è uno strumento largamente inefficace per contrastare la povertà. Infatti soltanto il 44% dei veri poveri riesce a percepire effettivamente il reddito di questo e stato rivelato da Caritas in un rapporto del 2021. Chi non riesce a percepire il reddito di cittadinanza, di norma non ci riesce perché ha piccole proprietà immobiliari fatiscenti e non vendibili che fanno apparire il suo ISEE più alto di quanto non sia in realtà.