Blackout a catena: l’Italia si prepara a questo rischio, le scorte da fare ora

Le forniture di gas russo sono fortemente in pericolo e l’Italia si prepara al rischio di forti blackout.

La questione delle forniture del gas è veramente critica per il nostro paese. Infatti l’Unione Europea vuole chiudere la sua dipendenza nei confronti del gas russo.

ANSA/ETTORE FERRARI

L’Unione Europea sta rivolgendo durissime sanzioni alla Russia di Putin per punire il suo attacco al Ucraina.

Rischio grandi blackout

Eppure rifornendosi di gas russo l’Europa paga alla Russia cifre spropositate. Di conseguenza l’Europa vuole chiudere con il gas russo ma siccome alternative a buon mercato non ce ne sono il rischio concreto è che il gas diventi veramente poco ed estremamente caro. Questo sul fronte dell’energia significherebbe una vera e propria stangata. La chiusura del gas russo significherebbe bollette che si impennano sul fronte sia del gas che dell’energia e di conseguenza tante famiglie e tante imprese rischierebbero di non farcela. Ma la chiusura del gas russo significherebbe anche un forte rischio blackout. Il gas è una materia prima fondamentale per la produzione dell’energia.

Stangata sulle bollette

Se il gas russo che abbondante e a buon mercato dovesse smettere di arrivare l’impennata sulle bollette potrebbe essere fatale per tantissime famiglie.

Pixabay

Ricordiamo che oggi la situazione delle famiglie italiane è drammatica. 1 su 12 è in povertà assoluta e se le bollette dovessero aumentare le cifre potrebbero davvero schizzare verso l’alto. L’Europa sembra voler tirare dritto nella sua decisione e dunque molti sono preoccupati. Ma se ci fosse una simile stretta sul fronte energetico il problema sarebbe anche quello dei grandi blackout a catena. Infatti imprese costrette a fermare la produzione magari per giorni e senza preavviso rischiano ancora una volta di avvicinarsi pericolosamente al fallimento.

I rischi legati al blackout

Dunque questo pericolo dei blackout è davvero una mazzata dal punto di vista economico. Ma il rischio dei blackout è anche pericoloso dal punto di vista della tenuta dell’ordine pubblico. Infatti la storia insegna che durante i grandi blackout specie se sono prolungati e se si ripetono, le forze dell’ordine hanno una grande difficoltà a mantenere il rispetto della legge e dell’ordine costituito. Violenze, crimini e saccheggi possono verificarsi durante questi momenti critici e di conseguenza molti sperano che le forniture del gas russo non vengano effettivamente interrotte. Ad ogni modo già molti si preparano l’eventualità. Molti si stanno preparando a rischio di una forte penuria di energia facendo scorta di bombole di gas di batterie ad alta capacità e c’è chi si sta interessando alla questione dei pannelli solari e delle mini pale eoliche per poter riuscire a generare autonomamente energia.