Blackout a catena: diventano più probabili, fai subito scorta di queste cose

Con la fine delle forniture del gas russo, l’ipotesi dei grandi blackout a catena diventa più concreta. 

L’Italia è uno dei paesi d’Europa a maggiore dipendenza dal gas russo. Anche se oggi si vuole chiudere con le forniture dal paese di Putin, fare questo avrebbe un costo altissimo.

ANSA/CLAUDIO PERI

Innanzitutto la chiusura del gas russo farebbe impennare le bollette e sarebbe una stangata per famiglie ed imprese.

Una stangata e rischio blackout

L’Europa giustamente vuole punire la Russia per la brutale aggressione dell’ Ucraina, ma tagliare il gas avrebbe conseguenze troppo pesanti.

Pixabay

Come dicevamo i maggiori costi energetici sarebbero proibitivi. Troppe imprese chiuderebbero e vari economisti sostengono che potrebbero essere bruciati addirittura un milione di posti di lavoro. Per le famiglie sarebbe una stangata difficilmente sostenibile visto che già oggi sono troppe quelle che non ce la fanno ad andare avanti ed infatti si impennano le richieste del reddito di base universale sull’apposito sito dell’Unione Europea. Ma i rischi sono più profondi perchè si temono anche grandi blackout a catena. Una simile penuria energetica potrebbe infatti generare blackout diffusi e prolungati.

I blackout a catena

I backout a catena sono un rischio da non sottovalutare perchè hanno un impatto pesante da veri punti di vista. Innanzitutto sono un grande disagio per le famiglie ed i cittadini che si vedono ostacolati anche in attività banali della vita di ogni giorno. Rappresentano poi anche un forte problema per le imprese. Infatti blackout ripetuti e prolungati interrompono la produzione e impediscono di rispettare i tempi per le consegne. Questo può avere un effetto sistemico pesante sull’economia. Ma i rischi sono anche di altro genere e sono forse più pesanti ed insidiosi. Troppe famiglie rischiano di aggiungersi alle tante in povertà ed ormai come si diceva c’è una corsa a chiedere il Reddito di base europeo: almeno la certezza di un minimo per andare avanti non è poco.

Blackout e rischi per l’ordine pubblico

Con i grandi blackout il problema è proprio l’ordine pubblico. Infatti la storia insegna che quando ci sono questi fenomeni le forze dell’ordine hanno una grande difficoltà a mantenere l’ordine e di conseguenza disordini e violenze potrebbero manifestarsi. Per gli italiani può essere particolarmente utile fare scorta di bombole di gas e grosse batterie. Non sorprende che molti si stiano interessando a pannelli solari e mini pale eoliche.