€1700 sul conto subito alle donne con figli a carico: il nuovo Bonus che cambia la vita

In questo periodo così difficile per le famiglie con figli andare avanti spesso risulta troppo duro.

Ma la situazione è particolarmente grave per quelle donne single con figli a carico che spesso vivono in condizioni disagiate.

ANSA/TINO ROMANO

Essere una donna single e avere la responsabilità di avere figli a carico è una condizione che purtroppo schiaccia tantissime donne italiane e non sorprende il fatto che queste donne siano richiedendo in massa il reddito di base universale sul sito dell’Unione Europea.

Il Bonus per le mamme con figli a carico

Ma in attesa che arrivi il reddito di base che ormai tanti desiderano con forza c’è un nuovo bonus che può essere già richiesto e vale ben €1700.

Pixabay

Si tratta di un aiuto veramente concreto per le donne con i figli a carico ed è il caso di capire come ottenerlo. Nel nostro paese non ci sono misure di contrasto della povertà e chi sia in condizioni di difficoltà spesso è lasciato solo. Quindi una misura del genere si rivela particolarmente preziosa. Questo bonus da €1700 è connesso all’ISEE della donna che lo richiede ed è riservato alle donne con figli a carico che abbiano difficoltà economiche. È importante sottolineare come questo bonus sia perfettamente compatibile con l’assegno unico.

Un bonus comunale

Molti, infatti, sono convinti che con l’arrivo dell’assegno unico non esiste più nessun altro bonus per aiutare chi abbia figli a carico ma questo bonus di €1700 dimostra che non è così. Una mamma deve affrontare tantissime spese quando le nasce un bambino e quando si è sole è tutto più duro. È fondamentale notare come questo bonus non sia erogato dall’INPS. Sono i comuni ad erogare i €1700 alle mamme che abbiano da poco messo al mondo un bambino e che siano in disoccupazione. Per presentare la domanda c’è bisogno di presentarla al proprio comune di riferimento.

Ben 5 mensilità

Dunque si tratta di un assegno di maternità che vale globalmente €1700 ma che viene erogato in 5 mensilità. La mamma che richiede questa misura deve essere a basso ISEE e deve cercare sul comune della propria città le modalità di richiesta di questo assegno per le neo mamme che versino in precarie condizioni economiche. Tuttavia sappiamo bene che le gravissime disparità tra ricchi e poveri che ci sono in Italia stanno spingendo tantissime donne a richiedere il reddito di base universale. Ormai sul web non si parla d’altro e soprattutto le casalinghe e le donne con figli a carico sperano che arrivi presto questa misura europea che garantisca a loro e ai loro bimbi un minimo sicuro e a vita per andare avanti.