Gli USA si preparano a mandare la Russia in default e c’è chi teme il peggio

Gli Stati Uniti vogliono a tutti i costi che la Russia vada in default.

Nella loro strategia è assolutamente determinante che il paese di Putin diventi insolvente in modo tale da poterlo mettere in condizione di non nuocere.

Pixabay

Dunque adesso il braccio di ferro economico tra Russia e Stati Uniti arriva ad un nuovo punto critico. A quanto pare gli Stati Uniti sono intenzionati ad impedire alla Russia di continuare a pagare il suo estero debito in dollari.

Divieto di pagare in dollari

Sostanzialmente il Ministero del Tesoro degli Stati Uniti si è detto intenzionato a non rinnovare la licenza concessa alla Russia per utilizzare i dollari per il pagamento dei suoi creditori americani.

Pixabay

Se la Russia non potrà utilizzare la valuta americana per pagare i suoi creditori chiaramente finirà in default. Questo è un paradosso perché in realtà la Russia avrebbe le risorse per pagare i suoi debiti e quindi gli Stati Uniti in pratica stanno usando la forza della loro valuta per impedire al paese di Putin di pagare il proprio debito e quindi per costringerlo ad un default in un certo senso artificiale. Eppure la situazione potrebbe diventare ancora più paradossale perché potremmo addirittura arrivare ad un caso nel quale per l’occidente la Russia è in default mentre per il resto per il resto del mondo che accetta ad esempio il pagamento in rubli la Russia non lo è.

La Russia in difficoltà

Questo è uno scenario che può essere possibile. Secondo molti analisti quello che stanno facendo gli Stati Uniti è comprensibile dal punto di vista di mettere in condizione di non nuocere la Russia ma è un vero e proprio approfittarsi del ruolo di forza del dollaro. Secondo molti a lungo termine questo farà diminuire l’importanza strategica del dollaro. Infatti il dollaro non è soltanto la moneta degli Stati Uniti ma è in un certo senso la moneta di riferimento di tutto il mondo.

Il ruolo del dollaro usato come un’arma

Se gli Stati Uniti la utilizzano in questo modo molti non esitano ad immaginare che altre valute come per esempio quella cinese potrebbero aumentare il loro prestigio e il loro ruolo di valuta mi scambio internazionale. Dunque oggi il paese di Putin è ancora in condizione di onorare il suo debito, ma se gli USA dovessero farlo finire artatamente in default la destabilizzazione sui mercati internazionali potrebbe essere importante.