Il Bonus da €1800 no ISEE è stato confermato e prorogato fino al 2024

In questo periodo dell’anno gli italiani cercano tutte le opportunità possibili per far quadrare il bilancio di casa.

Così ogni bonus erogato dal governo viene attentamente valutato per poter usufruire di un bel risparmio.

ANSA/ANGELO CARCONI

Mentre si cerca di fare chiarezza sul bonus €200 che ancora ha lasciato alcuni punti oscuri c’è però un altro bonus molto interessante per le famiglie e che in questo periodo dell’anno diventa particolarmente importante.

1.800 euro per tutti senza tetto ISEE

Si tratta di un bonus da €1800 che non è diventato proprio strutturale ma ad ogni modo è stato comunque sia confermato sia per l’anno in corso che per il 2023 ed anche per il 2024.

Pixabay

Quindi si tratta di un bonus a cui il governo evidentemente tiene e che può essere molto utile per i cittadini. Questo bonus ha anche una ragion d’essere ecologica e quindi è particolarmente utile sottolinearlo. Del tutto peculiare poi è la totale mancanza di requisiti ISEE che lo rende un bonus particolarmente appetibile. Il bonus in questione permette di creare o ristrutturare zone verdi nella propria casa. Dunque tutte le zone verdi che si desidera creare dal nulla oppure ristrutturare possono essere agevolate da questo bonus.

Tanti possono usufruirne

Questo bonus non è riservato soltanto ai proprietari di ville e villette. Infatti anche i lavori fatti sul balcone o sul terrazzo sono agevolabili esattamente come tutti gli altri. Il tetto massimo di spesa per questo bonus è di €5000. Dunque tutti i lavori fino a €5000 possono essere portati in detrazione purché ovviamente vi sia prova del lavoro stesso. I lavori oltre il €5000 non saranno invece agevolabili. La detrazione fiscale è del 36%. Ecco perché si arriva al tetto massimo di detrazione di €1800. Ma c’è da sottolineare come questo bonus sia stato prorogato per più anni e quindi di conseguenza gli eventuali lavori che vanno oltre i €5000 detraibili quest’anno possono essere rimandati agli anni prossimi.

Un bonus ecologico e su più anni

Sono agevolabili tutti i tipi di lavori che possano servire effettivamente alla creazione e alla ristrutturazione di zone verdi. Dunque la creazione di pozzi artesiani, l’impianto di nuovi alberi o  la costruzione di recinzioni possono essere tranquillamente agevolabili. Anche la creazione di un impianto di irrigazione può esserlo, insomma l’elenco delle spese che possono essere portate in detrazione è veramente lunghissimo. Si tratta di un bonus dai contorni volutamente vaghi proprio perché effettivamente la volontà del Governo è quella di incentivare chiunque voglia rendere la propria abitazione un po’ più verde e più vivibile.