Blackout a catena: al buio e senza aria condizionata “moriremo di caldo”

La questione delle forniture energetiche dalla Russia diventa sempre più complessa.

La Russia non vuole più rifornire l’odiato nemico europeo e infatti già tanti paesi europei sono senza gas.

EPA/FILIPPO ATTILI/CHIGI PALACE PRES /ANSA

Ma è anche l’Europa che vuole smarcarsi dalla pesante dipendenza del gas russo. L’Europa Infatti paga alla Russia una pesantissima bolletta a causa del gas e così sia Russia che Unione Europea vogliono troncare le forniture di gas.

Blackout a catena: un grosso rischio

Ma troncare le forniture di gas Russo all’Europa per gli europei sarebbe una vera e propria stangata.

Pixabay

L’Unione Europea giustamente vuole punire la Russia per la sua brutale aggressione nei confronti del popolo ucraino e vara i nuovi pacchetti di sanzioni. Però restare senza gas russo per gli italiani sarebbe una vera stangata. Le bollette di luce e gas salirebbero ulteriormente e tante famiglie non riuscirebbero più ad andare avanti. Gli italiani sono terrorizzati per il loro futuro dal punto di vista economico e infatti stanno chiedendo in massa il reddito di base europeo. Ormai le richieste del reddito di base sull’apposito sito dell’Unione Europea sono tantissime perché gli italiani vogliono un minimo garantito.

Famiglie in difficoltà

Ma la crisi delle forniture energetiche russe all’Europa non farà soltanto impennare le bollette. Per le famiglie andare avanti sarà sicuramente molto più difficile e tante aziende probabilmente chiuderanno: addirittura si stima che se il gas dalla Russia dovesse essere interrotto completamente, un milione di posti di lavoro in Italia potrebbero essere persi. Ma il problema sarebbe proprio quello di generare abbastanza energia. In estate c’è un grande bisogno di energia perché entrano in funzione condizionatori ed anche la produzione industriale chiede tantissima energia.

Attenzione a bolletta e sicurezza

Eppure senza gas produrre tutta l’energia necessaria per il fabbisogno del nostro paese sarebbe impossibile. Di conseguenza scatterebbero i temuti blackout a catena. Si ipotizzano blackout prolungati e su vaste aree che possono durare davvero tanto e che possono mettere in crisi le famiglie. Lunghi periodi senza energia sono un disagio forte per le famiglie italiane perché significa che gli elettrodomestici non possono funzionare perché il cibo in frigo si dovrà gettare via. Ma anche per le imprese i lunghi blackout a catena vogliono dire sospendere la produzione e non rispettare i tempi di consegna. Insomma il problema dei blackout è su vasta scala. Ma i blackout a catena daranno problemi anche sul fronte del mantenimento dell’ordine pubblico. Infatti quando ci sono questi lunghi blackout le forze dell’ordine non riescono a sedare gli animi e spesso si assiste a saccheggi e crimini. Infatti gli italiani fanno scorte di bombole di gas e grosse batterie.