Gli investitori lasciano la borsa prima del crollo imminente: ecco dove cercano rifugio

La borsa minaccia di crollare e sono sempre di più gli indicatori che spaventano i risparmiatori.

Ormai è fuga dalla borsa perché troppi temono che stia per avere un autentico crollo.

EPA/JIM LO SCALZO/ANSA

Cerchiamo di capire che cosa sta succedendo e di capire anche dove i risparmiatori cercano rifugio dal temuto crollo.

Si temono crolli e si fugge

Jp Morgan una settimana fa ha parlato di un vero e proprio disastro in arrivo in borsa ma sono veramente tanti i guru dell’alta Finanza che stanno prevedendo delle vere e proprie catastrofi in arrivo.

Pixabay

Ma quali sono le loro motivazioni? Le motivazioni sono molteplici e anche molto importanti. Innanzitutto l’inflazione è veramente troppo alta. Ormai in Occidente l’inflazione rasenta il 10% e questo è veramente distruttivo per l’economia. L’economia rischia seriamente di andare in recessione ed una recessione economica manderebbe al tappeto veramente tantissime aziende e lascerebbe a casa tantissimi lavoratori. Ma oltre a tutto ciò è anche la crisi alimentare internazionale a spaventare gli economisti.

Tante crisi gravi

Infatti sta per arrivare una crisi alimentare senza precedenti. Già 50 paesi del mondo sono a rischio fame e persino in Occidente i prezzi dei cibi cominciano a salire tanto. in Italia ad esempio la pasta è già aumentata del 16% e l’olio di semi di girasole addirittura del 70%. Presto tanti alimenti potrebbero diventare introvabili. Tra l’altro la grave crisi alimentare può scatenare ondate migratorie senza precedenti dall’Africa verso l’Europa e dal Messico verso gli Stati Uniti. Ma ciò che i guru di Wall Street temono in modo particolare è rialzo dei tassi da parte delle banche centrali. Per mesi le banche centrali hanno lasciato l’inflazione libera di crescere senza controllo. Avrebbero potuto aumentare i tassi ma non l’hanno fatto. Ormai l’inflazione è talmente elevata che devono aumentare di per forza ma il rischio è forte.

Lo scoppio della bolla spaventa tutti: beni rifugio

Infatti aumentando i tassi potrebbe scoppiare la temuta bolla immobiliare americana. Già oggi il meccanismo dei mutui in America sta rallentando e c’è il rischio che si fermi del tutto. L’aumento dei tassi potrebbe velocizzare l’arrivo della recessione mondiale. Ma a fare più paura è proprio lo scoppio della bolla in borsa. Secondo molti, infatti, la borsa degli Stati Uniti è pesantemente sopravvalutata ed un aumento dei tassi potrebbe far scoppiare una bolla senza precedenti in borsa. Dunque gli investitori ormai hanno paura e fuggono dalla borsa. Gli investitori cercano rifugio nel tradizionale oro ma sono sempre più gettonati anche i bond dei vari paesi. Infatti titoli di Stato dei vari paesi del mondo grazie all’aumento dei tassi diventano più redditizi.