Bonus centri estivi: il regalo del Governo per rendere speciale l’estate dei tuoi figli

È stato finalmente pubblicato il nuovo bando dell’INPS relativo al bonus centri estivi.

In questo periodo le famiglie con figli a carico fanno veramente tanta fatica a far quadrare i conti. Con l’arrivo dell’estate, poi, si vorrebbero fare svagare i propri ragazzi iscrivendoli a qualche bel centro estivo.

ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

Tuttavia il costo per questi centri estivi può essere anche importante e le famiglie italiane oggi sono gravate da stipendi sempre più miseri e da un’inflazione sempre più pesante.

Il Bonus che aiuta le famiglie

Tutto aumenta di prezzo e gli italiani hanno difficoltà a stare dietro ai tanti costi necessari per mantenere i propri figli.

Pixabay

Il bonus centri estivi aiuta le famiglie italiane proprio su questo fronte. Ma vediamo come chiederlo e come funziona. Il bonus centri estivi si può chiedere per tutti i centri estivi diurni in Italia. Dunque sono esclusi da questo bonus i centri estivi esteri e quelli aperti anche di notte. A poter beneficiare del bonus centri estivi sono tutti i ragazzi tra i 3 e i 14 anni. Dunque tutte le spese sostenute per i centri estivi di questi ragazzi in questa fascia di età possono beneficiare effettivamente del bonus. La domanda va fatta online entro le 12 del 20 giugno 2022. Dunque non c’è tanto tempo per beneficiare del bonus centri estivi. Ma vediamo come funziona.

Come avere il Bonus

Il bonus centri estivi eroga €100 alla settimana per quattro settimane al massimo. Le settimane possono essere anche non consecutive. Il bonus centri estivi è un bonus che copre tante prestazioni diverse. Infatti copre le gite, tutti i vari programmi previsti dal centro estivo, copre anche le coperture assicurative e copre anche le spese per pranzo merenda e cena. Insomma tutte le spese connesse con il centro estivo possono essere coperte dai €400 del bonus. La domanda deve essere presentata entro il 20 Giugno sul sito dell’Inps. Non ci sono veri e propri limiti ISEE però va tenuta presente una cosa importante. L’ISEE sarà utilizzato come criterio di merito per stabilire la graduatoria degli ammessi.

La domanda ed i tempi

Questo bonus è riservato ai figli dei dipendenti pubblici. Bisognerà aspettare il 20 luglio per poter capire se si è stati ammessi al bonus centri estivi oppure se non si è stati ammessi. Se si stati ammessi si avrà tempo poi fino al 14 ottobre per caricare sul sito dell’Inps tutte le ricevute delle somme spese nei centri estivi. Dunque tutte le fatture e le ricevute di pagamento con il proprio IBAN andranno comunicate entro il 14 ottobre per avere il rimborso della retta settimanale.