Bonus luce e gas: dal 1° luglio cambia tutto, stangata solo per alcuni, nuove norme

Le famiglie sono sempre più in difficoltà col pagamento delle bollette e cresce la rabbia di chi chiede aiuti più forti allo Stato.

Ma dal primo luglio cambia tutto per il bonus sociale sulle bollette di luce e gas quindi vediamo quali novità aspettano gli italiani.

ANSA/ Alessandro Di Marco

L’inflazione sta facendo crescere in maniera paurosa le bollette di luce e gas ma anche tutte le altre spese delle famiglie continuano ad aumentare e così cresce la rabbia di chi chiede un reddito di base universale per avere un minimo per andare avanti.

I Bonus dal primo luglio

Ma mentre cresce il dibattito sul reddito di base, il governo interviene nuovamente sui bonus sociali per le bollette e vediamo cosa cambia dal primo luglio.

Pixabay

Innanzitutto il governo conferma i bonus luce e gas anche per quanto concerne il terzo trimestre. Ma in particolare dal primo luglio partono anche i nuovi importi di Arera e quindi bisogna capire concretamente quanto arrivano a risparmiare le famiglie. Innanzitutto per quello che riguarda il bonus sociale per luce e gas aumenta il tetto ISEE che passa da €8000 fino a €12000 e questo vale fino alla fine del 2022. Quindi fino al 31 dicembre 2022 il tetto ISEE per il bonus rimane a €12000.

Novità ARERA

Arera, l’autorità sull’energia ha proposto che si possano tassare gli altissimi profitti che stanno facendo le imprese del gas per poter tagliare ulteriormente le bollette. Purtroppo dal primo luglio chi si trova nel cosiddetto mercato tutelato potrebbe riscontrare un ulteriore aumento delle bollette. Invece sul mercato libero non si dovrebbero essere aumenti. Il problema è che il 30 giugno 2022 scadono le riduzioni del l’Iva sul gas e anche le rate sui pagamenti delle bollette. Inoltre il 30 settembre scade anche l’aumento del bonus sociale. Dunque con tutte queste scadenze può arrivare una vera stangata sulle bollette.

I nuovi aiuti

Ma proprio per evitare questo il governo sta studiando nuovi pacchetti di aiuti che possano andare a confermare il bonus bollette ma allo stesso tempo evitare che queste possano subire ulteriori rincari. Secondo fonti molto credibili il budget complessivo degli aiuti dovrebbe oscillare tra i 9 e i 12 miliardi di euro. I dubbi però rimangono sulla riduzione dell’IVA sul gas perché non è chiaro che cosa succederà dal primo luglio. Ad ogni modo è confermato che il bonus può essere fruito da chi abbia un ISEE entro i €12000 o anche entro i €20000 se almeno 4 figli a carico, ma è anche confermato per chi beneficia di Reddito e Pensione di Cittadinanza e per persone con disabilità.