Il Bonus busta paga fa felici gli italiani ma le cifre oscillano tanto, come calcolare quanto avrai tu

Il nuovo bonus deciso dal governo sulle buste paga sta facendo molto discutere ma non mancano le polemiche.

In questo periodo di inflazione fortissima un aiuto sulla busta paga è certamente qualcosa di molto desiderato dagli italiani e infatti l’annuncio di questo nuovo bonus sulle buste paga è stato sicuramente positivo.

EPA/ABIR SULTAN/ANSA

Le famiglie hanno sempre più difficoltà ad andare avanti perché tutte le spese aumentano.

Come funziona il Bonus

C’è chi chiede la scala mobile per adeguare automaticamente i salari all’inflazione, ma per ora la scala mobile sembra molto lontana dal poter arrivare.

Pixabay

Ecco perché il governo come misura temporanea ha pensato a questo bonus busta paga che consente alle buste paghe di tutti gli italiani di essere più ricche per un certo numero di mesi. Però l’importo può variare molto. Allora cerchiamo di capire che cosa sta succedendo. Quando è nato il Bonus €200 immediatamente i sindacati e le forze politiche hanno cominciato a sostenere che questo bonus fosse troppo limitato e che ci fosse bisogno di un altro aiuto.

Un taglio sul cuneo fiscale

Il governo così ha pensato a questo incremento temporaneo delle buste paga. Come sappiamo le buste paga degli italiani sono decisamente più basse rispetto a quelle degli altri paesi europei e tra l’altro in Italia manca un reddito di base che garantisca comunque sia un minimo per andare avanti anche se se ne parla sempre più spesso. Quindi il governo ha pensato bene di varare questo aumento in busta paga ma solo per 4 mesi. Dunque per 4 mesi i dipendenti italiani troveranno una busta paga più ricca ma la cifra in più può oscillare in modo sensibile. Infatti questo aumento in busta paga è realizzato grazie ad un mini taglio temporaneo del cuneo fiscale. Dunque l’aumento concretamente dipende da quanto il dipendente percepisce normalmente in busta paga.

Come verificare l’importo

Se si percepisce di più l’aumento sarà maggiore mentre se si percepisce di meno, l’aumento sarà minore. Comunque l’aumento mensile dovrebbe oscillare tra i 50 e i €70 al mese. Le polemiche però riguardano sia i criteri di erogazione di questo bonus che non sono ancora chiari ma che dovrebbero essere chiariti col prossimo decreto del governo ma anche il fatto che questo bonus ancora una volta esclude proprio le categorie più fragili, cioè quelle che non percepiscono alcun reddito. Infatti sono proprio gli italiani più in difficoltà economica ad essere maggiormente a rischio con questi aumenti.