Borse di studio scuola: soldi sul conto delle famiglie subito per ISEE e merito, a luglio le domande

Per le famiglie italiane le spese dedicate all’istruzione dei figli sono veramente ingenti.

Le famiglie spendono tanto per garantire un’istruzione ai propri figli ma purtroppo con l’inflazione diventa tutto più difficile.

ANSA/US PALAZZO CHIGI/FILIPPO ATTILI

Tutte le spese aumentano a causa della grave spirale inflazionistica ma quelle relative all’istruzione dei figli arrivano ad essere particolarmente pesanti.

Gli aiuti possono valere tanto

Proprio per questo le borse di studio per i figli a scuola possono essere una vera boccata d’ossigeno per le famiglie con i figli a carico.

Pixabay

Per richiedere queste borse di studio il momento giusto è proprio quello del mese di luglio e in alcuni casi anche del mese di agosto. Questi aiuti servono per affrontare le tante spese necessarie per lo studio dei ragazzi. Si tratta di agevolazioni di vario genere che in alcuni casi arrivano a valere veramente tanto. Non è sempre detto che la borsa di studio sia erogata agli studenti più bravi ma in linea di principio e così. In realtà i criteri sono due: il primo è quello come abbiamo visto, del merito dello studente ma il secondo è anche quello del ISEE della famiglia. Infatti famiglie con ISEE bassi ricevono anche degli aiuti. È Importante sottolineare che le borse di studio sono assolutamente a fondo perduto e che non vanno dunque restituite.

I criteri per ottenerle

Per capire se si rientra nelle borse di studio bisogna guardare i bandi messi in campo dalle regioni ma anche dalla propria scuola oppure università. Infatti sono principalmente le regioni ad erogare le borse di studio. Dunque andando sul sito della propria regione si può innanzitutto capire che tipo di paletti ci sono per l’erogazione della borsa di studio e poi verificare se si rientra. Si può rientrare nella borsa di studio per il merito del proprio figlio oppure per il proprio ISEE basso.

Come avere subito gli aiuti

Ma oltre a guardare sul sito della propria regione bisogna anche guardare su quello della scuola o eventualmente dell’università. Sicuramente le famiglie con basso ISEE possono chiedere aiuti praticamente in tutte le regioni. Eppure vi sono regioni nelle quali si guarda all’ISEE mentre altre nelle quali viene tenuto in considerazione il reddito della famiglia. Ad ogni modo praticamente ogni regione eroga questo genere di preziosi aiuti. Dopo aver verificato se si rientra nei paletti previsti dalla normativa regionale bisogna scaricare la modulistica e completarla in modo adeguato. Ma è importante fare tutto entro luglio oppure agosto perché sono proprio questi mesi nei quali si possono richiedere questi importanti aiuti alle famiglie.