Posto di blocco: ti tolgono il veicolo per l’estate se non sai rispondere alla nuova domanda

Arriva una nuova insidia al posto di blocco e gli italiani devono stare molto attenti alle nuove domande.

Cambiano tante cose al posto di blocco e tanti Italiani purtroppo stanno ricevendo delle brutte sorprese che è il caso di analizzare più dettagliatamente.

ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Gli italiani non sono mai contenti quando vengono fermati al posto di blocco che considerano una perdita di tempo.

Le nuove domande che ti bloccano il veicolo

Ma il posto di blocco stradale svolge una funzione veramente strategica.

Pixabay

Infatti proprio grazie al controllo sul territorio si può contrastare il crimine in modo puntuale e quindi una piccola perdita di tempo sicuramente è più che giustificata. Il controllo al posto di blocco consiste in una serie di verifiche che però oggi stanno mettendo in seria difficoltà tanti Italiani soprattutto per un motivo. Quando agli italiani al posto di blocco viene chiesto di esibire patente libretto e contrassegno dell’assicurazione gli automobilisti rispondono con prontezza e fanno vedere questi documenti. Non sia niente da temere se la propria patente è valida e se l’automobile effettivamente è in regola con le revisioni periodiche.

Dove sorgono i maggiori problemi ai controlli

Ma i problemi maggiori ultimamente gli automobilisti li stanno venendo per quanto riguarda l’assicurazione RC Auto. Infatti è proprio sull’assicurazione RC Auto che gli italiani si sentono porre le domande più scomode perché dopo aver verificato i documenti presentati dal conducente molto spesso gli agenti devono purtroppo rilevare che quella assicurazione è falsa e che di conseguenza l’automobilista sta viaggiando privo della copertura assicurativa.

Come difendersi

Purtroppo da nord a sud questi casi sono sempre più frequenti ed il motivo è molto semplice, gli italiani per risparmiare cercano on-line la polizza più conveniente. Non c’è niente di male nel fare questo e in questo periodo ogni idea per risparmiare è sicuramente valida. Ma il fatto è che su internet ci sono tantissimi siti truffa che propongono polizze molto convenienti ma che in realtà non valgono nulla. Gli Italiani devono stare anche attenti al fatto che finché non si dotino di una assicurazione auto effettivamente valida la vettura non potrà più circolare e dunque bisogna affrettarsi a sottoscrivere un’assicurazione autentica.