Bancomat da quando non potrai più prelevare: le nuove norme sono dure

Il Bancomat è lo sportello automatico tanto popolare tra gli italiani.

Ma tante cose stanno cambiando sullo sportello automatico ed è bene capire subito che cosa succede.

ANSA

Lo sportello Bancomat ultimamente è al centro di tanti cambiamenti ma anche di tante polemiche.

Stop ai Bancomat: le motivazioni

Vediamo chi sta lavorando alla chiusura degli sportelli bancomat e per quali motivi accade.

Pixabay

Innanzitutto è importante precisare come le banche siano sconsigliando ai loro clienti di prelevare durante il weekend. Infatti numerose truffe stanno avvenendo proprio perché il bancomat vengono manomessi durante il weekend. I correntisti si ritrovano con la carta bloccata nella convinzione che sia il Bancomat a non funzionare e nel frattempo essendo la banca chiusa i criminali possono agire indisturbati con la loro card. Ma oltre a questo problema c’è proprio la progressiva chiusura degli sportelli bancomat di cui tanti Italiani già si stanno lamentando. Nei piccoli paesi il Bancomat sono ormai introvabili ma si stanno riducendo molto anche nelle grandi città. Vediamo che cosa sta succedendo e perché.

Le nuove norme

Le banche mirano a chiudere progressivamente tutti gli sportelli bancomat. Infatti gli sportelli bancomat sono un notevole costo per gli istituti che sono sempre alla ricerca di nuovi tagli da poter fare. Quindi se è vero che le banche vogliono chiudere le sedi fisiche progressivamente per ridurre i costi e però anche che vogliono fare la stessa cosa con il Bancomat. Ma a lavorare alla progressiva chiusura degli sportelli bancomat è anche il governo. Infatti il governo sta portando avanti una seria lotta contro il denaro contante. Il governo pone in essere normative sempre più restrittive contro il denaro contante e di conseguenza una chiusura del bancomat risulta positiva anche per l’esecutivo.

Il passaggio verso le nuove tecnologie

Quindi le banche vogliono chiudere il bancomat per tagliare i costi mentre il governo gradisce la loro chiusura perché così i cittadini possono passare ai pagamenti digitali e tracciabili. Con i pagamenti digitali e tracciabili le banche non hanno spese ma in più intascano le commissioni. Il vantaggio per il governo invece è che tutti gli spostamenti di denaro diventano tracciabili e l’evasione fiscale diventa difficilissima. Ma molti stanno protestando per il passaggio verso il denaro digitale e tracciabile. Infatti da quando c’è questo tipo di pagamenti le banche intascano la commissione per ogni singolo passaggio di denaro e questo da molti è considerato ingiusto e penalizzante.