Disoccupazione ed egemonia cinese: i lati oscuri dell’auto elettrica, troppi rischi

Sono anni ormai che l’auto elettrica viene osannata e magnificata come una grande rivoluzione ecologica.

Non c’è il minimo dubbio che effettivamente l’auto elettrica abbassi in modo drastico l’inquinamento nella città e di conseguenza possa essere un vero e proprio colpo di scure alle tante patologie che il terribile smog metropolitano produce.

Pixabay

Eppure i lati oscuri di questa rivoluzione possono essere tremendi e se ne parla troppo poco.

I lati oscuri dell’auto elettrica

Le tradizionali automobili generano tantissimo smog e di conseguenza sono una delle concause delle troppe malattie che affliggono le nostre città.

Pixabay

Ogni auto camminando immette nell’aria tante sostanze inquinanti che poi inevitabilmente respiriamo. Da questo punto di vista l’auto elettrica è qualcosa di prodigioso. Infatti l’auto elettrica non ha alcun tipo di emissione inquinante e di conseguenza giustamente gli ambientalisti sono favorevoli a questa rivoluzione. Eppure l’auto elettrica ha dei motori e tutta una parte tecnica che è estremamente semplice da produrre. Oggi l’auto elettrica ci sembra qualcosa di costoso e complesso. Effettivamente oggi l’auto elettrica viene percepita come una specie di meraviglia tecnologica.

Troppa disoccupazione

Eppure concettualmente l’auto elettrica è molto più semplice da produrre rispetto all’auto tradizionale e quando i costi di Ricerca e Sviluppo si saranno assestati certamente sarà anche piuttosto economica. Il lato negativo di tutto ciò è che la manodopera necessaria produrla è bassissima. Infatti per produrre un auto elettrica serve molta meno manodopera rispetto a quella necessaria a produrre un’auto endotermica. Dunque gli esperti sottolineano come l’arrivo dell’auto elettrica determinerà una fortissima ondata di disoccupazione in questo comparto. Gli effetti già si cominciano a vedere e sono tanti i disoccupati nel mondo delle quattro ruote.

Tutto spostato in Cina

Ma c’è anche un altro problema. Infatti la Cina si sta dotando gli impianti per produrre automobili elettriche a basso prezzo. Dunque in futuro potrebbe essere che anche le aziende europee si limiteranno semplicemente a fare la progettazione e lo sviluppo dei software e del design. Tutto lo sviluppo e la realizzazione concreta dell’auto elettrica sarà appaltato ad aziende cinesi. Questo se ci pensiamo non è così strano. Accade già oggi con i prodotti Apple. Infatti i prodotti Apple sono progettati sviluppati negli Stati Uniti ma poi sono costruiti in Cina. Questo ad esempio il caso di iPhone. Una situazione del genere molto probabilmente potrebbe accadere anche per l’auto elettrica.