Bonus €200: attenzione ai limiti di utilizzo del denaro, non puoi comprare tutto

Il bonus €200 sta suscitando tante polemiche.

Sicuramente si tratta di un aiuto contro il carovita ma troppe cose stanno facendo storcere il naso agli italiani riguardo a questo bonus.

ANSA/FABIO FRUSTACI

Ma adesso scatta anche la questione dei limiti di utilizzo del bonus. Infatti i limiti di utilizzo del bonus 200 euro sono un tema da non sottovalutare assolutamente.

I limiti all’utilizzo dei 200 euro

Vediamo che cosa sta succedendo e che cosa cambia. Le polemiche attorno al bonus 200 euro non si sono fatte attendere.

Pixabay

Infatti molti hanno rilevato che ad essere esclusi dal bonus sono proprio le casalinghe e gli inoccupati. Quindi proprio i soggetti più fragili non percepiranno il bonus di 200€. I sindacati hanno sottolineato come il bonus 200 euro dovrebbe essere erogato ogni mese in busta paga come un aumento strutturale. Il governo forse potrebbe andare parzialmente in questa direzione ma solo per quattro mesi. Ma vediamo la questione dei limiti di utilizzo del bonus di 200 euro. Come sappiamo il bonus 200 euro sarà percepito dai lavoratori dipendenti ma anche dai pensionati, dai percettori di reddito di cittadinanza, dai beneficiari di pensione di cittadinanza, dalle partite IVA ed altre categorie.

Come funzionano i limiti alla spesa

Quando si riceveranno i 200 euro del bonus bisogna stare attenti di al fatto di rientrare effettivamente nella platea dei beneficiari. Infatti l’Agenzia delle Entrate e l’INPS hanno chiarito che in qualsiasi momento potrebbero arrivare dei controlli che possono richiedere il bonus indietro. Ma come mai ci sono dei limiti di utilizzo al bonus 200 euro? Il bonus 200 euro ha effettivamente dei limiti di utilizzo perché non tutto può essere acquistato con i soldi del bonus.

Come evitare la stangata

Tuttavia questo vale unicamente per i percettori di reddito e pensione di cittadinanza. Infatti per chi beneficia del reddito grillino i consueti divieti riguardo alle merci non etiche che sono proibite con il reddito di cittadinanza si estenderanno anche al bonus 200 euro. Come sappiamo i beneficiari del reddito di cittadinanza non possono acquistare tutta una serie di articoli come armi da fuoco pellicce ed altri beni considerati non etici. La stessa identica lista va applicata anche al bonus 200 euro e se lo si utilizzerà per acquistare queste merci si incorrerà nelle medesime sanzioni.