Un terzo dei fondi bruciato in poche ore: ora c’è la corsa al bonus psicologo

In pochissime ore sono state presentate domande per circa un terzo dei fondi stanziato per finanziare il bonus psicologo. Ecco come fare richiesta

Il bonus psicologo è di nuovo attivo e i cittadini, già a partire da lunedì 25 luglio hanno la possibilità di fare richiesta di accesso al sostegno economico. Si tratta, infatti, di un incentivo in denaro utile per accedere ai servizi sanitari di salute mentale nel nostro Paese.

ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Dopo gli anni difficili della pandemia, si è infatti assistito ad un clamoroso aumento di soggetti che hanno richiesto assistenza psicologica da parte di un professionista. La richiesta di un ulteriore bonus psicologo è stata quindi molto alta. Proprio per questo, appena data la possibilità di fare domanda, in poche ore sono state presentate domande per circa un terzo dei fondi stanziato per finanziare il bonus psicologo. Ecco come fare richiesta.

Bonus psicologo, in poche ore bruciati i fondi

A poche ora dal via della possibilità di fare richiesta per accedere al tanto ricercato bonus psicologo, sono arrivate così tante domande da ricoprire già un terzo dei fondi messi a disposizione dal Ministero della Salute. Un dato che riflette una realtà che spesso è risultata sommersa: nel nostro Paese sono in tantissimi ad avere la necessità di accedere ad un supporto psicologico.

Il numero di domande inviate per accedere al sostegno economico messo a disposizione dello Stato ha superato infatti quota 4.500 domande. Sono 4.584, infatti, le richieste inviate all’Inps, di cui 3.872 per conto personale, mentre 712 quelle per conto di terzi. Un risultato che in poche ore ha visto “bruciati” circa un terzo dei fondi messi a disposizione.

Per accedere al bonus psicologo 2022 è possibile fare domanda a partire da lunedì 25 luglio, fino al 24 ottobre 2022. Tuttavia, secondo i dati appena comunicati, sarà necessario fare in fretta per non perdere la possibilità di accedere al sostegno.

(ANSA)

Secondo le previsioni del Ministero dell’Economia, infatti, saranno circa 16 mila i beneficiari che potranno accedere al sostegno. È questo il numero limite che potrà ricevere il bonus grazie ai 10 milioni di euro stanziati dallo Stato.

Ricordiamo che è necessario fare richiesta direttamente online sul sito dell’Inps. In particolare, sarà necessario recarsi su “Prestazione e servizi”, poi su “Servizi” e “Punto d’acceso alle prestazioni non pensionistiche”. Dopo aver fatto l’autenticazione con Spid o Carta di identità elettronica si potrà procedere con la compilazione della domanda.