Da 445€ a 600€: i nuovi importanti assegni di agosto per gli ISEE bassi, gioia per l’aiuto

Le famiglie italiane sono in una condizione spesso drammatica. Vediamo i nuovi importanti aiuti per le famiglie a basso ISEE.

I giornali se ne occupano poco ma le famiglie ormai non ce la fanno più. Quelle con figli ed ISEE basso sono le più provate dalla crisi ed hanno davvero difficoltà ad andare avanti.

ANSA

Ecco perchè gli aiuti che vi segnaliamo possono essere importanti in questo periodo.

Gli aiuti preziosi per le famiglie

Le famiglie in difficoltà in Italia sono tantissime.

Pixabay

Come sappiamo sono proprio le famiglie con figli ad avere le spese maggiori e ad essere spesso dimenticate dallo Stato. Per le famiglie con figli c’è il problema dell’assegno unico. Infatti da quando esiste l’assegno unico tutti gli altri bonus per i figli sono stati cancellati. Ma come vedremo in realtà qualcosa è ancora possibile cumulare con l’assegno unico universale. Vediamo allora questi nuovi aiuti che risultano veramente preziosi in un periodo così duro.

Ecco come chiedere questi ausili per andare avanti

Per le famiglie con ISEE basso è possibile cumulare il bonus nido insieme all’assegno unico punto. La cosa più bella è che cumulando bonus nido e assegno unico insieme le famiglie con ISEE basso possono arrivare a percepire ben 445 euro al mese. Infatti l’assegno unico cumulato con il bonus nido può arrivare a valere proprio questa cifra. il bonus nido si può chiedere da 0 a 3 anni di vita del bambino e agevola sia i nidi pubblici che i nidi privati. Il bonus nido viene pagato in proporzione al numero di mesi effettivamente frequentati dal bimbo.

C’è anche l’aiuto da 600 euro per la famiglia

445 euro per ogni figlio per ogni mese sono una cifra veramente ottima per la famiglia. Ma oltre a questo aiuto c’è anche quello da 600€. Si tratta di un aiuto da 600 euro messo a disposizione da tutti i comuni italiani. Infatti ogni comune italiano eroga dei famosi buoni spesa. I buoni spesa sono cifre messe a disposizione dal governo e mandate ai Comuni. Ogni comune in base ad un apposito bando si regola in modo autonomo sulle cifre da erogare alle famiglie. Quindi ogni comune decide in modo assolutamente autonomo sia i tetti ISEE al di sotto dei quali si può beneficiare del buono spesa e sia anche quanto deve valere concretamente il buono spesa per ogni famiglia. Quindi per le famiglie italiane è fondamentale controllare il bando del proprio comune per capire come accedere a questi buoni.