Il sogno delle pensioni minime a mille euro può diventare realtà in autunno: cosa cambia

Le pensioni minime in Italia sono veramente da fame.

La civiltà di uno Stato si riconosce proprio da come tratta i suoi soggetti più deboli.

ANSA

Le pensioni minime erogate in Italia sono un vero e proprio schiaffo perché chiaramente non consentono a chi le percepisce di andare avanti.

La svolta sulle pensioni minime

Molti pensionati che hanno la pensione minima sono in realtà dei veri e propri poveri e se non hanno una rete sociale attorno in grado di sostenerli anche minimamente, la loro condizione è veramente drammatica.

Pixabay

È evidente che le pensioni minime così basse siano davvero qualcosa di terribile per uno stato civile, ma è soprattutto con l’arrivo dell’alta inflazione che le pensioni minime da fame sono diventate un grosso problema per gli italiani. Il Fondo Monetario Internazionale ha sostenuto in un report recente che per l’Italia c’è il forte timore di disordini sociali.

Pensioni minime a mille euro: ecco come

Infatti la differenza economica tra poveri e ricchi in Italia si è allargata talmente tanto negli ultimi anni che i poveri non ce la fanno più ad andare avanti. Quindi non sorprende che sperequazioni così forti possano determinare anche tensioni sociali. Mentre tanti Italiani chiedono con forza il reddito di base universale, la formazione politica di centrodestra propone pensioni minime da €1000. Come sappiamo il governo Draghi è dimissionario e in autunno ci saranno le elezioni. Quasi certamente il nuovo governo sarà un governo di centrodestra perché è proprio il centrodestra a partire fortemente favorito nelle prossime consultazioni. Quindi il centrodestra dovrebbe dare vita al nuovo governo. La formazione politica di centrodestra e in particolare Silvio Berlusconi hanno promesso di innalzare le pensioni minime a mille euro.

I rischi di questa proposta

Se l’innalzamento delle pensioni minime a €1000 sarebbe un atto assolutamente doveroso vista l’attuale inflazione è vero anche che ci sono grossi ostacoli ed una misura del genere. Prima di tutto il bilancio dell’INPS è in forte difficoltà. Infatti l’INPS attualmente incassa molto meno di ciò che eroga. L’Inps paga tante pensioni e trattamenti di invalidità ma in realtà riceve pochi contributi dagli italiani. Questo è dovuto al fatto che le persone effettivamente occupate in Italia sono poche e i loro stipendi sono mediamente bassissimi.

Vincoli europei

Quindi i soggetti che erogano contributi all’INPS sono pochi rispetto alle pensioni ed erogano anche cifre basse. Ricordiamo che in Italia addirittura un lavoratore su quattro prende meno del reddito di cittadinanza. Quindi la proposta dei €1000 al mese di pensione minima è sicuramente bella ed è allettante ma troverà sicuramente forti ostacoli sulla sua strada. Anche perché l’Europa sta ricominciando a chiedere austerità all’Italia e anche questo sicuramente sarà un problema.