Nuovo bonus ufficiale di €200 per le famiglie con figli fino a 6 anni: tanta gioia per il nuovo dono

Oggi c’è grande attenzione nei confronti dei bonus per le famiglie con figli a carico.

Infatti proprio le famiglie con figli a carico sono sempre molto attente all’uscita di nuovi bonus che possano essere cumulati con l’assegno unico universale.

ANSA

Sicuramente l’assegno unico universale è un bell’aiuto per le famiglie con i figli a carico, ma dallo Stato e dagli enti locali arrivano dei bonus aggiuntivi che possono dare una mano a quei nuclei familiari che debbano anche mantenere dei figli.

Bonus importante per chi ha figli

Questo bonus di €200 è stato proprio confermato ufficialmente dallo Stato e viene erogato dai comuni.

Pixabay

Si tratta di un bonus per la prima infanzia e spetta alle famiglie che hanno i figli fino a 6 anni di età. Questo bonus di 200€ è un vero e proprio regalo che si conferma come un voucher proprio di 200 euro. Questo voucher di 200€ è erogato dai comuni ma è compatibile con l’assegno unico universale. Quindi il fatto di beneficiare dell’assegno unico universale non impedisce di avere il voucher per la prima infanzia.

Voucher per la prima infanzia che consente di fare tante cose

Ogni comune fissa soglie differenti per poter beneficiare del voucher di 200 euro che si può spendere in tutta una serie di spese proprio per la prima infanzia. Quindi ogni comune fissa qual è il tetto ISEE per poterlo richiedere ma anche quali sono le condizioni sociali che consentono di ricevere il voucher di 200 euro. Anche il limite dei 6 anni può essere modificato dal comune. Quindi bisogna vedere il bando del proprio comune per scoprire qual è il limite di età e quali sono le cose che possono essere acquistate e anche qual è il limite ISEE. Con questo voucher si potranno acquistare tante cose.

Tutta una serie di acquisti e di attività

Infatti col voucher del comune si potranno acquistare i beni di prima necessità fondamentali ovviamente per i bambini ma si potrà anche acquistare la frequenza in centri estivi o strutture ludico ricreative. Si potrà acquistare anche il baby parking o altre attività di studio o di gioco. Questo bonus prima infanzia si può richiedere con Spid e allegando la certificazione ISEE che ovviamente sarà importante per capire se si rientra o meno nei requisiti fissati dai vari comuni.