Oltre €500 al mese già a 57 anni per le casalinghe: finalmente la notizia che si aspettava da tempo

La questione delle casalinghe in Italia è veramente delicatissima perché le casalinghe svolgono un ruolo importantissimo nella nostra società ma fino ad oggi non hanno mai goduto di uno stipendio e di una pensione.

Non stupisce che siano state proprio le casalinghe ad aver chiesto con gran forza il reddito di base universale per avere un minimo garantito.

ANSA

Ma oggi alle casalinghe arrivano oltre 500 euro a 57 anni di età e questa è sicuramente un’ottima notizia.

Pensione per le casalinghe

Vediamo come funziona questo nuovo importante aiuto.

Pixabay

Uno stipendio ed una pensione per le casalinghe sarebbero assolutamente doverose in un paese civile perché il ruolo della casalinga è pesante e non concede mai tregua. Ma viadiamo come oggi oltre all’assicurazione INAIL ci sia anche la pensione. Quindi sia le casalinghe ma anche i casalinghi possono avere questo aiuto dell’INAIL se hanno tra i 18 e i 67 anni e svolgono esclusivamente il lavoro di casalinga. Ma oltre all’assicurazione dell’INAIL che garantisce una vera e propria tutela alle casalinghe in caso di infortunio c’è proprio la pensione per le casalinghe a 57 anni che può essere una vera e propria svolta.

Come funziona la pensione

Dal primo gennaio 1997 presso l’INPS è nato il fondo casalinghe e casalinghi. Quindi tutte le casalinghe e tutti i casalinghi italiani possono iscriversi al fondo per le casalinghe. Si tratta di una pensione molto particolare anche piuttosto vantaggiosa. La pensione per le casalinghe e per i casalinghi funziona così. Tutti coloro i quali svolgono la professione della casalinga o del casalingo possono iscriversi al fondo casalinghe e casalinghi se hanno tra i 16 e i 65 anni. Quindi in questa larga fascia di età ci si può iscrivere al fondo la pensione di vecchiaia per le casalinghe per i casalinghi che scatta addirittura dieci anni prima di quella normale. Per andare in pensione con la pensione delle casalinghe c’è bisogno di aver versato almeno cinque anni di contributi.

Andare in pensione a 57 anni

Un’altra condizione è che l’importo maturato deve essere almeno pari all’assegno sociale aumentato del 20%. Quindi facendo i calcoli nel 2022 l’importo maturato dovrà essere almeno pari a 561,73€. Se si rientra in queste condizioni alle casalinghe arriva la possibilità di percepire più di 500 euro a 57 anni. Il fondo per le casalinghe consente di versare da sole i propri contributi in qualsiasi momento. Tra l’altro la soglia minima dei contributi è veramente bassa ed è di soli 25,82 euro. Dunque sicuramente per le casalinghe questo rappresenta un aiuto sociale prezioso ed importante.