Supermercato: questi cibi scendono di prezzo nelle prossime settimane ma poi risalgono, importante fare scorte

La guerra in Ucraina e la forte inflazione stanno mettendo davvero nei guai le famiglie.

Infatti non sono soltanto le bollette ad aumentare tanto ma è anche il cibo al supermercato.

ANSA

Tuttavia ci sono dei cibi che nelle prossime settimane scenderanno sensibilmente di prezzo però poi rischiano seriamente di risalire. Di conseguenza su questi cibi è veramente importante fare le scorte.

Cibi che scendono di prezzo

L’inflazione e la guerra in Ucraina stanno facendo schizzare verso l’alto i costi delle bollette e infatti in autunno le bollette saranno davvero altissime.

Pixabay

Tuttavia anche il prezzo del cibo sta aumentando tantissimo e di conseguenza se c’è la possibilità di risparmiare qualcosa sul cibo è importante coglierla al volo. Infatti proprio la guerra in Ucraina e l’inflazione stanno rendendo estremamente costose le materie prime alimentari e quindi gli italiani hanno sempre più difficoltà a fare la spesa al supermercato ma persino al discount. La novità positiva sul fronte del cibo la comunica proprio la Coldiretti. Infatti un accordo commerciale tra la Russia e l’Ucraina ma anche la Turchia permetterà l’arrivo di ben 15.000 tonnellate di semi di mais.

Quali sono i cibi

Dunque l’arrivo dei semi di mais dall’ucraina comporterà un abbassamento dei prezzi dei mangimi. Ma quello che più interessa alle famiglie italiane è che un abbassamento del prezzo si dovrebbe avere anche sul grano. Quindi anche il pane e la pasta dovrebbero scendere di prezzo. In sostanza lo sblocco delle navi ucraine porterà ad un abbassamento del pane e della pasta che sono alimenti usatissimi dagli italiani e che nelle prossime settimane dovrebbero quindi scendere notevolmente di prezzo. Tuttavia questa diminuzione di prezzo è sicuramente qualcosa di positivo ma in autunno l’inflazione potrebbe aumentare talmente tanto da trascinare verso l’alto i costi di tutti i generi alimentari incluso anche il grano.

Cosa conviene fare

Quindi è importante sottolineare come anche se questi accordi commerciali renderanno più economici il pane e la pasta e tutti gli altri prodotti derivanti dal grano, nei prossimi mesi le previsioni degli economisti continuano ad essere nel senso di un forte aumento dell’inflazione. Infatti il prezzo del gas naturale sta crescendo in modo impressionante e tante altre materie prime stanno aumentando tantissimo. Di conseguenza secondo alcuni esperti è conveniente fare scorta dei prodotti derivanti dal grano nelle prossime settimane perché poi non ci sono garanzie riguardo un loro successivo rincaro.