Allarme: tanti italiani si ritrovano con la Pensione di Cittadinanza INPS sospesa per indebito, che fare

La pensione di cittadinanza è qualcosa di assolutamente preziosissimo perché a tutti quelli che hanno più di 67 anni e anche ai disabili questa pensione ideata dal Movimento 5 Stelle garantisce un tenore di vita dignitoso.

Tuttavia oggi tanti Italiani si ritrovano con la pensione di cittadinanza sospesa per indebito.

ANSA

Si tratta sicuramente di una circostanza veramente inquietante e che può mettere in seria difficoltà chi percepisca la pensione di cittadinanza e quindi è importante capire che cosa succede e che cosa fare.

Sospensione della pensione di cittadinanza

La pensione di cittadinanza è stata introdotta nel 2019 insieme al reddito di cittadinanza.

Pixabay

Bisogna sempre ricordare che pensione di Cittadinanza e reddito di cittadinanza sono concessi dall’INPS dietro domanda da parte del cittadino. Dunque reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza non sono concessi in modo automatico ma sono concessi a seguito di una domanda nella quale bisogna assolutamente dire la verità. Tuttavia se l’Inps a seguito di controlli successivi dovesse verificare che qualche cosa che è stato indicato nella domanda in realtà non corrisponde al vero, ecco che la pensione può essere sospesa. Tra l’altro l’INPS non solo sospende la pensione di cittadinanza ma chiede anche la restituzione di quanto ricevuto indebitamente.

Come muoversi e cosa evitare

E bisogna sottolineare che se non si salda quello che si è ricevuto indebitamente anche se poi si presenta una nuova domanda assolutamente vera e corretta la pensione di cittadinanza non sarà poi erogata. Ma vediamo i casi di indebito che più stanno mettendo nei guai coloro i quali beneficiano di pensione di cittadinanza. Un primo caso è quello della residenza in Italia da dieci anni di cui gli ultimi due in modalità continuativa. Spesso l’INPS scopre che requisito della residenza da dieci anni non è rispettato. Oppure un’altra motivazione di sospensione della pensione di cittadinanza è quando cambi il patrimonio mobiliare.

Restituzione e nuova domanda: cosa c’è da sapere

In questi casi o in altri casi simili l’INPS chiede il recupero coatto delle somme in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate. Se si vuole richiedere di nuovo la pensione di cittadinanza questo si può fare, ma prima si deve aver saldato tutte le somme che vengono richieste dall’istituto perché altrimenti la nuova pensione di cittadinanza, anche se si hanno tutti i requisiti, non sarà erogata.