Nuovo assegno senza ISEE dell’INPS con legge 104: oltre €900 richiesta entro 90 giorni

Gli aiuti dell’INPS sono preziosissimi in generale ma è proprio quando c’è di mezzo la disabilità che gli aiuti dell’INPS diventano veramente importanti.

Vediamo come questo aiuto di oltre 900€ possa essere un forte ausilio per tutti coloro i quali sono sotto la tutela della legge 104.

ANSA

Si tratta di un aiuto che in un momento come questo risulta veramente prezioso. Come sappiamo andare avanti per le famiglie italiane sta diventando sempre più difficoltoso.

Un aiuto importante

Le situazioni lavorative sempre più precarie ma soprattutto la forte inflazione mettono in seria ansia le famiglie italiane.

Pixabay

Quando c’è di mezzo alla disabilità ovviamente tutto è più complesso perché la disabilità comporta tanti costi per le famiglie e di questi tempi le famiglie hanno difficoltà a starci dietro. Ormai le famiglie non fanno altro che cercare di risparmiare su tutto ma quando c’è la disabilità purtroppo risparmiare diventa difficoltoso. Con la stangata di settembre attesa sulle bollette poi, tante famiglie rischiano veramente di finire in pericolo. Tuttavia la legge 104 si conferma un vero e proprio baluardo di civiltà e quindi chi è sotto tutela della legge 104 può ricevere aiuti anche sorprendenti ed innovativi.

Garantito da legge 104

Questo aiuto di 900 euro al mese viene seguendo un termine di 90 giorni e vediamo di capire che cosa si tratta e come può essere effettivamente utile. L’assegno di accompagnamento dell’INPS non richiede ISEE. Infatti l’assegno di accompagnamento è completamente slegato da qualsiasi considerazione reddituale oppure anagrafica. Per alcuni specifici invalidi l’assegno di accompagnamento vale più di 900 euro al mese. Da quando viene dichiarati i dichiarati i requisiti per questo ricco assegno di accompagnamento bisogna presentare domanda all’INPS entro 90 giorni.

90 giorni

Quindi entro 90 giorni dal rilascio del certificato medico che attesta l’invalidità bisogna fare richiesta all’INPS per avere questo aiuto. Per avere l’indennità di accompagnamento c’è bisogno di un’invalidità al 100% oppure di una condizione di non autosufficienza. È importante notare come con questi requisiti di solito l’assegno di accompagnamento sia poco superiore ai 500 euro al mese. Tuttavia l’assegno sale addirittura a 946,80 euro al mese in alcuni particolari casi espressamente previsti. In questi casi sempre senza ISEE ci sarà appunto l’accompagnamento da oltre 900€. Questi casi così particolari che danno diritto a questo aiuto sono proprio quello degli invalidi mutilati e dei ciechi assoluti. Per loro questo aiuto INPS varrà oltre 900 euro al mese.