Razionamenti del gas e del cibo: l’impatto psicologico pesantissimo di queste possibili misure

Ormai in Europa così come in Italia si parla apertamente della possibilità di razionamento di luce e di gas e in alcuni casi addirittura di cibo.

Non ci sono ovviamente ancora certezze sul fatto che la durissima misura del razionamento dell’energia e del gas entri effettivamente in funzione.

Pixabay

Tuttavia se i rubinetti del gas da parte di Putin dovessero effettivamente essere chiusi completamente e se ci fosse una penuria troppo forte di materie prime energetiche, alcuni stati tra i quali anche il nostro potrebbero addirittura adottare la terribile misura dei razionamenti del gas e dell’energia.

L’impatto psicologico potrebbe essere grave

Secondo gli esperti l’impatto psicologico dei razionamenti potrebbe essere pesante.

Pixabay

Non dimentichiamoci che gli italiani sono reduci dalla durissima prova del covid e del lockdown. Dopo essere parzialmente usciti dalla terribile pandemia gli italiani sono trovati a fare i conti con un economia fortemente provata e con un’inflazione che li sta mettendo seriamente in difficoltà. L’aumento forte delle bollette che si teme in autunno unito all’esperienza frustrante nella vita del quotidiano del razionamento della luce e del gas potrebbero avere un impatto psicologico davvero pesante sugli italiani.

Forte senso di incertezza

Secondo gli esperti potrebbero crescere i casi di depressione e di ansie. Vedersi privati seppur temporaneamente di servizi essenziali come l’energia elettrica oppure il riscaldamento potrebbe andare ad acuire quel senso di precarietà e di vulnerabilità che gli italiani sempre più spesso hanno sperimentato negli ultimi anni. La fragilità crescente degli italiani è stata certificata da numerosi studi e proprio per questo il governo italiano ha cercato di correre ai ripari col bonus psicologo.

Bonus psicologo e fragilità nuove

Anche tante regioni hanno varato degli autonomi bonus psicologo ma il rischio è che tutto questo sia assolutamente insufficiente. Se il governo riterrà necessaria la misura del razionamento purtroppo questa si dovrà seguire. Tuttavia il peso per gli italiani potrebbe essere quello di andare ad aggravare delle fragilità che già oggi sono piuttosto consistenti. Secondo gli esperti, anche chi fino ad oggi non ha manifestato una situazione di fragilità, potrebbe manifestare le prime debolezze e far venire fuori ciò che fino ad oggi è riuscito in qualche modo a reprimere.