Bonus €200: raddoppia e (triplica se hai i figli) ma arrivano già le prime richieste di restituzione

Il bonus €200 non smette di sorprendere di far discutere perché adesso arrivano i nuovi aiuti da parte dello Stato.

Tuttavia un tema caldissimo è anche quello delle restituzioni del bonus perché l’Agenzia delle Entrate ha già chiarito le cose in merito alle restituzioni che potrebbero essere veramente tante.

ANSA

Innanzitutto le polemiche sul bonus 200 euro sono state relative proprio alla sua mancanza di universalità.

Restituzione

Infatti si è trattato di un bonus che ha aiutato sostanzialmente chi un lavoro o comunque un aiuto dello Stato ce l’ha già.

Pixabay

Gli inoccupati e le casalinghe non hanno ricevuto proprio niente e di conseguenza questo bonus decisamente non è universale. In secondo luogo però sta facendo molto discutere l’Agenzia delle Entrate perché sta già parlando con grande chiarezza delle restituzioni. Infatti in qualsiasi momento potrebbe arrivare la richiesta di restituzione del bonus dopo che è stato erogato. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il bonus 200€ viene erogato sempre in maniera assolutamente provvisoria perché in qualsiasi momento i controlli potrebbero fare emergere che manca una delle condizioni necessarie per richiederlo e quindi chi l’ha ricevuto lo dovrebbe restituire.

Nuovi aiuti più forti

Il caso assolutamente più semplice di restituzione del bonus da €200 è proprio quello del superamento del reddito massimo stabilito dalla legge per poterlo ricevere. Infatti chi dovesse superare il reddito massimo sicuramente sarà tenuto alla restituzione. Tuttavia possono essere anche tanti altri gli elementi che possono far scattare la restituzione. Ma una delle polemiche più forti riguardo al bonus di €200 e proprio il fatto che sia stato erogato soltanto per un mese. Ma proprio su questo fronte il governo ha messo in campo ulteriori aiuti da €200 e addirittura da €600. Inoltre aiuti ulteriori sono possibili proprio per le famiglie con i figli a carico.

200 e 600 euro e figli a carico

Gli aiuti da €200 e da €600 sono proprio i bonus benzina e i bonus luce e gas che dipendenti possono avere sulla busta paga e che non vengono tassati come reddito. Dunque sulla busta paga può arrivare addirittura un bonus fino a €600 per la luce e il gas e un bonus da €200 per la benzina. Si tratta di bonus che il datore di lavoro può erogare liberamente e che non sono soggetti a tassazione. Ma gli ulteriori preziosi aiuti arrivano proprio per le famiglie e arrivano dalle regioni. Infatti sono le regioni che stanno erogando i bonus per la scuola a tutte le famiglie che abbiano i figli a carico studenti.