Pensione anticipata a 57-60-64 anni (scegli tu): immensa gioia per il regalo INPS, che felicità

Arrivano novità importanti sul fronte delle pensioni ed il sogno della pensione anticipata per tanti italiani può diventare realtà adesso. 

Arrivano nuove finestre ed innovazioni importanti dall’INPS ed una serie di casi concreti possono chiarire come, con l’attuale normativa, la pensione anticipata sia più facile e più vicina per tanti.

ANSA – Gioia per la pensione anticipata

Vediamo una veloce guida alla pensione anticipata che ora può essere anticipata davvero di tanto

Pensioni anticipate di tanto: si può

Innanzitutto c’è da fugare un errore molto comune.

Pixabay

Infatti molti ritengono che i requisiti dei 67 anni di età e 20 di contributi siano assolutamente immutabili. Ma in realtà non è così. Infatti ci sono tante scappatoie che consentono di andare in pensione prima. Per esempio si può andare in pensione letteralmente all’età che si vuole se si hanno un ato numero di anni contributivi. Precisamente se si hanno 41 anni e 10 mesi di contributi (nel caso delle donne) oppure 42 anni e 10 mesi di contributi per quanto concerne gli uomini, in pensione si può andare sempre. Letteralmente a qualsiasi età le porte della pensione sono aperte con questi anni di contributi.

Ecco le vie più ricche per la pensione giovani

Si tratta di un caso particolarissimo, ma chi ha cominciato a lavorare molto giovane ed è il caso di chi lavora in campagna, può effettivamente sfruttare questa normativa. Ma passiamo a quello che prevede invece quota 100. Per quota 100 c’è una situazione in un certo senso simile. 62 anni di età e avere versato 38 anni di contributi: questo chiede quota cento per la pensione anticipata. Dunque anche qui l’età è molto bassa ma il numero di anni contributivi versati è molto elevato. Tuttavia c’è una possibilità veramente ricca e veramente vantaggiosa per andare in pensione addirittura a soli 64 anni e con soli 20 anni di contributi. Si tratta sicuramente di una delle opzioni più convenienti che esistono nella normativa italiana perché fatti salvi i soliti 20 anni di contributi andare in pensione a 64 anni è chiaramente qualcosa di estremamente vantaggioso.

A 64 anni

Andare in pensione a 64 anni con soli 20 anni di contributi si può, ma ci sono alcuni requisiti. Il primo requisito che forse è quello più importante è che la pensione che verrebbe fuori da questa uscita giovane dal lavoro sia pari almeno a 2,8 l’assegno sociale INPS. in sostanza la logica della legge è la seguente. Tu puoi andare anche in pensione a 64 anni ma il tuo assegno pensionistico deve essere pari ad almeno 2,8 l’assegno sociale INPS: se è più basso di 1.150 euro la pensione non la puoi avere. Quindi uscire a 64 anni è possibile ma deve garantire una pensione adeguata. Quindi non sarà possibile uscire a 64 anni se questo poi darà vita delle mini pensione. Inoltre c’è anche un altro paletto per l’uscita del lavoro a 64 anni. Infatti i contributi devono essere stati versati a partire dal 1996. Tuttavia se ci sono questi due particolarissimi requisiti la pensione del 64 anni non è un miraggio anzi si può ottenere e con soli 20 anni di contributi.