I giovani sono senza prospettive e senza certezze: la recessione può essere letale

Nella storia anche recente ci sono state varie recessioni.

Una recessione economica è sicuramente un fatto tremendo ma d’altra parte ciclicamente capita.

Pixabay

Oggi gli economisti prevedono forti possibilità di una recessione alle porte.

Recessione ed ansia

La fiammata dei prezzi energetici rende sempre più difficoltoso produrre e quindi tante aziende e tante famiglie potrebbero finire seriamente in difficoltà.

Pixabay

Già oggi sono tante le aziende in procinto di chiudere e sono tante le famiglie che concretamente non riescono a pagare le bollette. Una situazione sicuramente durissima che può aprire le porte alla recessione economica. Ma oltre alla fiammata dei prezzi energetici è anche l’aumento dei tassi voluto dalle banche centrali che può mandare il pianeta recessione. Infatti con l’aumento dei tassi, le condizioni economiche diventano peggiori e più difficili e molto più facilmente si può scatenare la temuta recessione economica.

Nessuna certezza, solo instabilità

Ma gli esperti del settore dell’auto stanno sottolineando come ci sia in Italia un autentico crollo delle auto intestate agli under 25. Semplicemente i giovani non stanno letteralmente comprando più automobili. Ma sono tante le cose che i giovani cominciano a non fare più perché semplicemente stanno maturando l’assoluta convinzione che non ci sono certezze nel loro futuro. I giovani sanno che è quasi impossibile per loro ambire ad un reddito stabile e sarà comunque sia difficilissimo arrivare ad una pensione. Nelle prospettive dei giovani non c’è nulla che somigli nemmeno lontanamente alla stabilità.

Disagio psichico crescente

Quindi se è vero che la recessione è alle porte è vero anche che questa recessione non andrà ad impattare su una società solida e con delle certezze ma su una società che già è completamente priva di certezze, di paracadute e di garanzie. Non stupisce che il disagio psichico soprattutto tra i più giovani sia in costante aumento. Dunque la recessione prossima ventura sarà come un vero e proprio maglio che si abbatte su una società che ormai da tempo ha smarrito valori come l’inclusione, la stabilità e la solidarietà e che lascia sempre più persone nell’ansia e nella precarietà. Altri stati europei che hanno uno Stato Sociale forte possono probabilmente sopperire a queste turbolenze economiche ma in Italia questa instabilità economica diventa inevitabilmente un instabilità psichica e sociale.