Contributi figurativi per tutti: la pensione diventa facile, ci vai subito, nuova normativa facilitata

Andare in pensione in Italia non è sicuramente semplice e proprio per questo tanti lavoratori si lamentano.

Eppure l’attuale normativa INPS è veramente prodiga di vie interessanti per poter andare in pensione anche prima del tempo.

ANSA

Vediamo che cosa succede in particolare per quanto riguarda le novità sui contributi figurativi. In Italia per andare in pensione in teoria i modi non sono certamente semplici.

Pensioni e contributi figurativi

Infatti per andare in pensione in Italia servono 67 anni di età e 20 anni di contributi.

Pixabay

Tuttavia nel nostro paese la piaga della disoccupazione così come la piaga del lavoro nero rendono difficilissimo per tanti Italiani riuscire a collezionare i giusti anni di contributi. Quindi tanti Italiani in realtà hanno meno anni di contributi rispetto a quelli che servirebbero loro. Ma anche chi arriva ai 20 anni di contributi vorrebbe averne di più per poter avere una pensione meno bassa. Proprio da questo punto di vista però i contributi figurativi possono essere veramente un prezioso aiuto. Come sappiamo in Italia andare in pensione è difficile e le pensioni sono veramente basse.

Perché sono importanti le novità sui contributi figurativi

Infatti anche i nuovi aumenti promessi dal governo in realtà sono ben poca cosa rispetto all’inflazione e così chi dovrà andare in pensione è preoccupato dal fatto di avere troppi pochi anni di contributi. Tuttavia i contributi figurativi possono essere veramente interessanti. Per esempio può essere riscattato come contributo figurativo quello del periodo della laurea. Quindi gli studi universitari possono essere riscattati come contributi figurativi. Ma anche il congedo obbligatorio per maternità può essere riscattato a questi fini. Per esempio un tipo di riscatto dei contributi figurativi che pochi conoscono è quello del periodo di praticantato per i promotori finanziari.

I casi che quasi nessuno sfrutta

Ma si può riscattare anche il periodo di lavoro svolto all’estero. Ma in questo caso però si deve trattare di paesi che non hanno stipulato accordi con l’Italia. Tra l’altro dall’anno prossimo il riscatto della laurea potrebbe diventare completamente gratuito. Infatti il presidente dell’INPS Pasquale Tridico ha parlato di questa novità che potrebbe letteralmente cambiare la vita di tanti lavoratori. Tra l’altro per i periodi che vengono prima del 1996 ci può essere il riscatto anche per i periodi svolti come co.co.co. Quindi in sostanza il riscatto dei contributi figurativi può esserci per tantissime situazioni diverse e può essere veramente prezioso per chi voglia andare in pensione. Proprio da questo punto di vista è molto importante confrontarsi con il CAF perché chiaramente ogni situazione è diversa e merita di un approfondimento assolutamente specifico.