INPS: cambia differenza tra pensione di vecchiaia e anticipata, per alcuni tanti soldi in più

La normativa dell’INPS è sempre in evoluzione e quindi è molto importante capire alcune differenze fondamentali che possono garantire ai pensionati e ai futuri pensionati tanti soldi in più ma alle volte purtroppo anche tanti soldi in meno.

Inizialmente la quota 100 aveva sicuramente stravolto tutto l’impianto delle pensioni ma lo aveva stravolto in un senso decisamente favorevole al pensionato.

ANSA

Dopo quota 100 si temeva il ritorno alla Fornero ma invece è arrivata quota 102.

Pensione di vecchiaia e anticipata

Ma adesso le varie opzioni per andare in pensione sono diventate veramente tante e tra l’altro con il prossimo governo di centrodestra rischia di cambiare nuovamente tutto.

Pixabay

Dunque è molto importante capire la differenza tra la pensione di vecchiaia e pensione anticipata. Anche perché nella differenza tra queste due pensioni possono correre davvero tanti soldi in più o in meno proprio per il pensionato o per il futuro pensionato. In attesa delle novità promesse dal prossimo governo che si annunciano veramente allettanti bisogna tenere presente che nel sistema pensionistico italiano si parla di pensione di vecchiaia quando si arriva a 67 anni di età.

Attenzione alle novità

Quindi per accedere alla pensione di vecchiaia servono 67 anni di età e 20 anni di contributi. Quindi in linea di principio i paletti per andare in pensione sono proprio questi. Ma una cosa fondamentale per capire se e quando si può andare in pensione è andare all’Inps e verificare l’estratto conto dei contributi. Molti sottovalutano questo importantissimo documento ma è proprio l’estratto conto dei contributi a permettere di fare tutti i calcoli del caso. Infatti bisogna tenere presente che se si hanno 42 anni e 10 mesi di contributi si può andare in pensione quando si vuole.

Attenzione: i vari istituti cambiano tutto

Infatti con questi tantissimi contributi versati la pensione è garantita a qualsiasi tipo di età. Tra l’altro è molto importante ricordare che se si hanno 18 anni di contributi ma che partono prima del 96 si potrà andare in pensione con il retributivo fino al 2012 mentre poi scatterà il contributivo quindi è importante capire la differenza tra la pensione di vecchiaia e pensione anticipata. Ma la differenza tra questi due tipi di tensione cambia proprio in base al tipo di strumento che si vuole usare per andare in pensione prima. Quindi una pensione anticipata può essere vantaggiosa in un caso ma svantaggiosa in un altro. Infatti parlare di pensione anticipata è molto generico perché tutto dipende dal tipo di istituto che si sta utilizzando. Ovviamente gli esperti sottolineano che con le modifiche del prossimo governo tutto cambierà.