Reddito di Cittadinanza, i guai iniziano già a Novembre

Brutte notizie per molti percettori del reddito di cittadinanza che non potranno beneficiare del bonus 150 euro con la ricarica di ottobre. 

Sostegno economico particolarmente importante per molte famiglie, il reddito di cittadinanza consente ai beneficiari di avere a propria disposizione del denaro. Quest’ultimo necessario per poter far fronte alle varie spese della vita quotidiana.

Ansa, Napoli

In molti, pertanto, attendono con impazienza ogni mese il pagamento di tale misura. Non sempre, però, le cose vanno come sperato. Basti pensare che giungono brutte notizie per molti percettori di tale sussidio. Quest’ultimi, infatti, non potranno beneficiare con la ricarica di ottobre del bonus da 150 euro. Ecco di chi si tratta.

Ricarica ottobre reddito di cittadinanza senza bonus 150 euro

Abbiamo già visto come, al fine di evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti, sia importante volgere un occhio di riguardo alle dieci cose che tutti dovrebbero sapere sul reddito di cittadinanza.

Pixabay

Diversi, d’altronde, sono i dubbi su questo sussidio, con molti che ad esempio si chiedono per quale motivo in tanti riceveranno il pagamento di tale sussidio solamente dopo le elezioni.  Sempre soffermandosi su questo importante aiuto economico, inoltre, interesserà sapere che, a differenza di quanto si possa pensare, non tutti i beneficiare del reddito di cittadinanza si vedranno erogare il bonus 150 euro in occasione della ricarica che verrà effettuata nel corso del decimo mese dell’anno 2022.

Ecco chi resta escluso

Ma chi ne resta escluso? Ebbene, come è facile immaginare, i percettori del reddito di cittadinanza rispettano i requisiti reddituali per poter ottenere il bonus da 150 euro. Quest’ultimo, introdotto con il Decreto Aiuti Ter, ma non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, infatti, viene riconosciuto solo ai soggetti che presentano un reddito pari a massimo 20 mila euro. Chi resta, pertanto, escluso da tale agevolazione? Entrando nei dettagli è importante ricordare che, come già avvenuto con il bonus da 200 euro, anche quello da 150 euro verrà riconosciuto solo una volta al singolo cittadino o nucleo famigliare Isee. Questo pertanto vuol dire che se nel proprio nucleo famigliare vi è già un altro beneficiario del bonus 150 euro, ecco che il soggetto percettore del reddito di cittadinanza non potrà ottenere la relativa erogazione. Eccetto il caso poc’anzi citato, tutti gli altri percettori si vedranno erogare il bonus 150 con la ricarica del reddito di cittadinanza. Questo dovrebbe aver luogo, molto presumibilmente nel corso del mese di novembre o, al massimo, dicembre 2022. Tendenzialmente i pagamenti del bonus 150 euro dovrebbero aver luogo il giorno 15 del mese nel caso in cui si tratti di nuovi beneficiari. Oppure il giorno 27 del mese a favore di coloro che hanno già ricevuto almeno il pagamento di una mensilità. Non resta quindi che attendere le prossime settimane e vedere quando effettivamente avranno luogo i pagamento del bonus 150 euro.