Bollette, buone notizie per novembre, felicità famiglie “sbrighiamoci”

Arrivano finalmente delle attesissime buone notizie per il mese di novembre sul fronte bollette per le famiglie italiane. Ecco che cosa succede

Il tema del gas è ormai quello che tiene banco nelle discussioni pubbliche e politiche. Da mesi le fatture energetiche che arrivano nelle case dei cittadini sono particolarmente alte e questo destra particolare preoccupazione su tutti i livelli.

(Bollette, buone notizie per le famiglie/Ansa)

Tuttavia, sono attese buone notizie per il mese di novembre per quanto riguarda le bollette. Prezzi in calo e costi minori. Ecco cosa devono aspettarsi adesso le famiglie italiane e che cosa potrebbe succedere a breve.

A novembre arrivano buone notizie sul fronte bollette

Energia, gas, bollette. Sono queste le tre parole chiave che ormai da settimane guidato il dibattito pubblico. Imprese e famiglie (italiane ed europee) sono state messe all’angolo a causa dei recenti rincari energetici. Una situazione che ha causato il fallimento di migliaia di imprese e la bancarotta di moltissime famiglie che ora richiedono aiuti economici da parte dello Stato.

Ma a far respirare un po’ le famiglie e le imprese italiane è una buona notizia in arrivo per novembre. Da alcuni giorni, infatti, il prezzo del gas continua a scendere in maniera costante. Il prezzo sulla Borsa italiana è sceso fino a 66€ a Megawattora, mentre un calo non irrilevante c’è stato anche sulla Borsa olandese, dove il prezzo è crollato dell’11%, ovvero a 112€ a megawattora. Cifre importanti se pensiamo che ad agosto si era raggiunta quota 340€.

(Bollette, buone notizie per le famiglie/Ansa)

Se questa tendenza dovesse essere confermata, si potrebbe arrivare ad un calo del prezzo del metano e, nel mese di novembre, a bollette meno care. Si aspettano quindi i conteggi dell’Arera, che procederà nei primi giorni del prossimo mese.

Dal mese di novembre, inoltre, i cittadini potranno usufruire della fatturazione mensile (anziché trimestrale) che produrrà una (illusoria) decrescita degli importi. Tuttavia, in questo modo si eviteranno stangante insostenibili per famiglie e imprese, con la possibilità di monitorare più da vicino i consumi e il costo dell’energia.

Ma l’effettiva riduzione del prezzo sulla bolletta potrebbe esserci grazie alla modifica del metodo di calcolo delle tariffe, con una valutazione che adesso verrà fatta ex post, e non più ex ante. A breve, quindi, potrebbero esserci davvero buone notizie per gli italiani.