Bonus pompa di calore o Bonus pellet: quale ti fa risparmiare una montagna di soldi

Arrivano i bonus sulla pompa di calore ma anche sul pellet e gli italiani si chiedono quale dei due sia veramente valido contro la mazzata del gas.

La stangata sul gas ha messo nei guai le famiglie che ora cercano modi alternativi per riscaldare la casa.

ANSA

La bolletta di luce e gas è aumentata del 60% ad ottobre e tante famiglie non ce l’hanno fatta. Si parla di vera e propria emergenza sociale e dunque le famiglie hanno la necessità di risparmiare.

Bonus su pompa di calore e pellet: quale conviene?

Come sappiamo il gas è salito alle stelle a causa della chiusura dei rubinetti di Gazprom a seguito della guerra ma anche a causa della criminale speculazione internazionale.

Pixabay

Il prezzo del gas ha trassinato verso l’alto anche quello dell’energia elettrica e dunque la stangata è stato completa per le famiglie. Non stupisce quindi che tante famiglie hanno scelto proprio pellet e pompa di calore per risparmiare anche perchè adesso ci sono anche i bonus per averli e dunque anche la spesa iniziale può essere attutita dagli aiuti pubblici. Ma vediamo cosa dicono in merito le associazioni a tutela dei consumatori.

Vediamo come risparmiare veramente tanto

Scegliere bene è importante perchè il pellet e la pompa di calore possono far risparmiare tanto ma bisogna fare le giuste valutazioni. Infatti la pompa di calore è alimentata dall’energia elettrica e dunque comunque non si sottrae alla stangata dell’energia. Il pellet tradizionalmente è stato sempre molto economico. Basti pensare che un sacco da 15 chili costava solo 5 euro. Ma il fatto è che ora che tanti lo scelgono il pellet è arrivato a 15 euro per un sacco da 15 chili. Insomma il risparmio con la pompa di calore e col pellet c’è ma meglio vederci chiaro.

Come risparmiare una montagna di soldi

Ma per dotarsi di questi impianti i costi sono non da poco e quindi vediamo quali bonus si possono mettere in vampo per avere la stufa a pellet o la pompa di calore. Per quanto riguarda le pompe di calore si sfrutta la detrazione fiscale del 65%: la cifra sarà rimborsa nei dieci anni successivi con dieci sconti fiscali tutti uguali. Ma anche sulla stufa a pellet c’è il bonus che in questo caso è l’Ecobonus: quindi si avrà uno sconto del 50% su una spesa massima di 30.000 euro. Attualmente la stufa a pellet appare nel complesso la più economica e vantaggiosa e dunque quella da preferire.