Fine del Superbonus: arriva il bonus casa unico, date ufficiali, cifre e problemi

L’era del Superbonus 110% sta per concludersi. La più importante misura per il risparmio dei lavori di casa finirà il suo corso alla fine del 2022 e sarà sostituita con qualcos’altro. Ecco tutte le novità con il bonus per la casa che ci accompagnerà per il 2023.

Dopo anni di problemi, truffe, cambiamenti, modifiche e ripensamenti, l’agonia del Superbonus 110% termina con la sua definitiva cancellazione alla scadenza della misura a fine 2022. Il Governo Meloni non intende portare avanti la misura. Nonostante alcuni sostanziali successi, il Superbonus ha portato allo Stato italiano più problemi di quanti ne ha risolti, ed è il momento di staccare la spina.

Ultime battute per il Superbonus
Foto ANSA

La “naturale” scadenza del Superbonus 110% è fissata al 31 dicembre 2022 e non verrà prorogata, almeno, non nella forma attuale. Il progetto del nuovo governo per il Superbonus è di modificarlo fino alle radici, in modo da creare qualcosa di completamente diverso che cerchi, comunque, di raggiungere il medesimo effetto, ma in maniera più efficace.

Come cambierà il Superbonus 110%

La prima modifica che sarà apportata a partire dal 2023 è insita nel testo della misura stessa. Se viene riconosciuto il Superbonus, questo copre le spese dei lavori per la casa per cui è stato richiesto per un’aliquota del 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023. Dopo quella data c’è un cambiamento delle aliquote, con il bonus che finirà per coprire solo il 75% delle spese se sostenute nel 2024 e il 60% delle stesse nel 2025. Una delle possibilità più probabili è di anticipare questo meccanismo.

In pratica si farebbe abbassare l’aliquota al 75%, o anche inferiore, già nel 2023, in questo modo togliendo gran parte della sua identità al Superbonus. Questa è però solo una delle molte possibilità al vaglio del Governo per la revisione del Superbonus 110%. Un’altra possibile modifica sarebbe l’inclusione delle villette indipendenti e le abitazioni unifamiliari, che dal 30 settembre scorso sono state completamente escluse dal bonus.

Governo Meloni
Foto ANSA

Una delle ultime idee che sono trapelate nelle riunioni del Governo quella di accorpare tutti i bonus casa, Superbonus compreso, in un’unico bonus casa, similmente a come è stato fatto con l’assegno unico per i bonus per le famiglie. Non si hanno ancora i dettagli di questo progetto, ma potrebbe essere una soluzione interessante al problema del continuo esborso dello Stato per i bonus edilizi. Soldi che potranno quindi essere utilizzati altrove.