Malattie della pelle: rivoluzione INPS ora hai diritto a €290 al mese, corsa per chiedere i soldi

Oggi anche le malattie della pelle ricevono un forte aiuto da parte dell’INPS e questo è assolutamente giusto.

Infatti sono tantissimi gli italiani che hanno delle malattie della pelle e che fino ad oggi purtroppo non ricevevano degli aiuti dallo Stato.

ANSA/PIXABAY

Le malattie dermatologiche possono essere veramente di tantissimi tipi e molte malattie della pelle risultano proprio essere malattie sistemiche.

Tanti italiani soffrono di malattie della pelle

Infatti i medici sostengono che le malattie della pelle molto spesso sono la spia di malattie sistemiche anche più importanti.

Pixabay

Le malattie della pelle possono essere come dicevamo di tantissimi tipi: una delle più diffuse è la psoriasi ma ci sono anche tanti tipi di dermatite che affliggono tantissimi italiani. Per valutare l’importanza della dermatite bisogna valutare la cronicità, il numero della durata delle ricadute ma anche i tipi di lesione che si hanno e l’estensione cutanea coinvolta. Oggi l’INPS è molto più sensibile ai problemi della pelle e infatti malattie come come l’epidermolisi bollosa funzionale benigna artrofica generalizzata o ad esempio l’iperchératosi epidermolitica o altre malattie relative alla pelle potranno dare diritto ad invalidità anche importante.

Come fare a ricevere gli aiuti dall’INPS

La prima cosa da fare per ricevere i soldi dell’INPS è quella di recarsi dal proprio medico di base. Infatti il medico di base raccoglierà tutta la documentazione fondamentale affinché l’INPS possa riconoscere l’invalidità. Collezionata tutta la documentazione che serve, il medico di base farà l’invio digitale all’INPS. Quando l’INPS ha ricevuto tutta la documentazione, la protocollerà e questo è molto importante perché è proprio da questo momento che decorrono i famosi 30 giorni entro i quali l’INPS deve convocare il soggetto davanti alla commissione medica.

Una maggiore sensibilità della commissione: aiuti più facili

Ma la novità è che oggi la commissione medica è molto più sensibile la tematica delle malattie della pelle e quindi molto più facilmente riconoscerà una invalidità. Come sappiamo un’invalidità tra il 71 e il 80% dà diritto ad alcuni aiuti ma se si arriva anche al 100% gli aiuti potranno essere molto più forti. Dopo la visita medica la commissione INPS invierà una raccomandata con il verbale contenente la percentuale di invalidità riconosciuta. Tuttavia se la percentuale di invalidità riconosciuta non è corretta secondo il parere della famiglia e non è corretta neanche secondo il parere del medico di base si potrà anche ricorrere per via giudiziale proprio per farsi riconoscere una percentuale di invalidità più alta e per avere finalmente i soldi dall’INPS.