Problemi di udito: ora hai diritto a €290 al mese ma li devi chiedere subito all’INPS

Sono tanti gli italiani affetti da problemi di udito ma se i problemi di udito sono molto forti si può avere anche un forte aiuto dall’INPS.

La novità è che oggi la commissione medica dell’INPS è molto più sensibile ai problemi dell’udito e di conseguenza gli aiuti sono più facili da avere, ma cerchiamo di capire che cosa sta succedendo e come fare ad avere i forti aiuti INPS.

ANSA

I problemi di udito riguardano tantissimi italiani e soprattutto quando l’età si fa avanzata l’udito naturalmente comincia a scemare. Quando si hanno problemi di udito si possono avere anche forti aiuti dall’INPS e si può arrivare ad avere anche 290 euro.

Oggi l’INPS è sensibile a questi problemi

Ma cerchiamo di capire come fare concretamente a farsi aiutare dall’INPS proprio per fronteggiare i problemi di udito ma soprattutto come avere gli aiuti economici.

Pixabay

Chi dovesse ritenere di avere problemi di udito di una certa entità, dovrà innanzitutto rivolgersi al medico di base. Ma attenzione attenzione il medico di base non può riconoscere alcun genere di aiuto economico. Eppure passare dal medico di base è fondamentale perché proprio il medico di base è il primo step degli aiuti sociali dell’INPS.

L’iter per avere l’invalidità

Infatti il medico di base è proprio quello che andrà a raccogliere la documentazione medica necessaria a dare inizio alla pratica. Quando il medico di base avrà tutti gli elementi per ritenere che ci può essere effettivamente un’invalidità, dovrà fare l’invio telematico all’INPS. Una volta che l’Inps abbia ricevuto tutti i documenti provenienti dal medico di base, convocherà il soggetto da esaminare. Ma attenzione perché il soggetto dovrà essere convocato necessariamente entro i 30 giorni. Dunque entro i 30 giorni il soggetto che abbia problemi di udito dovrà presentarsi dinanzi alla commissione medica dell’INPS.

Commissione e linee guida

La commissione medica dell’INPS dovrà valutare tutta una serie di parametri per andare a stabilire se effettivamente c’è il deficit di udito ma anche quanto sia importante questo deficit di udito. Fondamentale anche capire quanto questo deficit abbia un concreto impatto nella vita di tutti i giorni. Infatti non è importante semplicemente che venga dichiarata l’invalidità ma quello che conta è la percentuale dell’invalidità. Infatti proprio in base alla percentuale di invalidità si potranno avere aiuti molto differenziati. Quindi la cosa più importante che la commissione medica valuti correttamente tutti i parametri proprio perché si arrivi ad un’adeguata percentuale di invalidità. Tuttavia se la commissione medica non dovesse riconoscere una invalidità abbastanza alta si può sempre ricorrere in giudizio.