L’Italia è una bomba ad orologeria sociale perchè la povertà dilaga nell’indifferenza

Non vi annoieremo con i numeri delle statistiche ma vi diremo semplicemente che questi numeri sono ormai estremamente chiari.

Da decenni in Italia il divario tra i poveri e i ricchi diventa sempre più estremo. Questo significa che le famiglie ricche diventano sistematicamente sempre più benestanti mentre le famiglie povere, si trovano sempre più in difficoltà. Ma ormai il problema è che le famiglie povere stanno diventando veramente troppe proprio nel momento in cui l’inflazione diventa più alta e lo stato toglie i sussidi per la povertà.

Divario ricchi-poveri in aumento/I Love Trading

Sostanzialmente il divario tra le famiglie ricche e le famiglie povere in Italia diventa sempre più stridente e sempre più odioso. Questo significa che non hanno torto coloro i quali ritengono la situazione italiana una vera e propria bomba orologeria. Infatti le famiglie che ormai praticamente non hanno più da mangiare e che devono rivolgersi alla Caritas per avere un po’ di cibo sono un numero esorbitante.

Non esistono politiche di contrasto alla povertà

Quando Pasquale Tridico ha detto che con la fine del reddito di cittadinanza a tantissime famiglie italiane non resta che la Caritas ha detto una cosa assolutamente corretta. Proprio per questo gli economisti e gli intellettuali più avveduti in Italia stanno parlando del bisogno di misure sociali fortissime e c’è anche chi arriva a chiedere il reddito di base universale.

La nostra è una situazione nella quale milioni di famiglie non hanno da mangiare e non sanno come pagare neppure le spese più elementari e ciò è chiaramente insostenibile. Su questo sito da tempo stiamo sottolineando come l’Italia si sia ficcata in un vero e proprio vicolo cieco dal punto di vista sociale.

Lo Stato ignora i poveri che aumentano sempre

Il sistematico disinteresse dei vari governi nei confronti della gravissima situazione della povertà sempre più dilagante rischia di trasformarsi in un vero e proprio dramma e rischia di minare fortemente la tenuta sociale. Fino ad oggi non si sono mai visti gesti di violenza clamorosi causati dalla povertà, ma tutto questo potrebbe presto finire e sono tanti quelli osservatori che stanno sottolineando questo grave problema.

Pixabay

Eppure qualche numero va citato: 23 italiani su 100 non arrivano a 800 euro al mese e il numero dei lavoratori poveri è triplicato negli ultimi anni. Gli italiani che vivono in povertà assoluta sono quasi 6 milioni e per loro sostanzialmente non esiste nessuna forma di sussidio pubblico. Da questo punto di vista l’evoluzione del reddito di cittadinanza è molto importante perchè davvero troppi potrebbero non farcela se viene tolto.