Pensionati dicembre: 7 nuovi bonus da chiedere subito, pioggia di soldi e gioia “nel tempo serenità”

Per i pensionati italiani le cose sono davvero pesanti ma adesso ci sono ben 7 bonus che possono arricchire tantissimo la pensione.

Come sappiamo l’inflazione ha colpito duramente i pensionati. Infatti con un’inflazione al 12% comprare anche le cose più indispensabili al supermercato o anche pagare bollette o affitto diventano cose assai difficili. Dunque hanno ragione quelle associazioni di categoria che dicono che i pensionati sono (in tanti casi) i nuovi poveri.

Bonus pensioni
Bonus pensioni (Fonte: ilovetrading.it)

Ma ora ci sono ben 7 bonus che potenziano molto la pensione. Alcuni li puoi già avere automaticamente mentre altri vanno richiesti.  Ultimamente i bonus sono un tema molto caldo perchè il governo Meloni è sostanzialmente contrario ai bonus ma come vedremo sono ricchi ed importanti.

Ecco i 7 bonus importantissimi

Il primo e forse anche il più scontato è il bonus bollette che però viene potenziato proprio per includere più anziani. Infatti se fino ad oggi il bonus sulle bollette poteva essere percepito solo dai nuclei familiari con ISEE entro i 12.000 euro, il governo Meloni ora porta la soglia a ben 15.000 euro e quindi tanti nuclei familiari in più potranno averlo. Questo è molto importante perchè se fino ad ora non rientravi nel bonus sociale, può essere che ora ci rientri. Verifica.

Ma attenzione perchè sulle bollette cambia tutto e tanti comuni stanno erogando bonus forti che si sommano a quello nazionale. Ecco perchè i sindacati invitano a verificare se nel proprio comune sia attivo un bonus bollette cumulabile per poterli avere entrambi.

Ecco i bonus più ricchi da chiedere subito

Un altro aiuto molto forte è la riduzione della TARI. La tassa sui rifiuti è una vera stangata e si paga in base alla metratura della casa ma anche in base al numero di persone che la occupano. Quindi per tanti anziani la tari è una vera mazzata. Ma attenzione perchè i comuni erogano un bonus tari agli anziani. Ogni comune sceglie autonomamente le soglie ISEE per beneficiare dell’esenzione e quindi anche qui va verificato.

Il bonus TARI è molto importante perchè alcuni comuni esonerano completamente gli anziani mentre altri esonerano solo dal pagamento di alcune rate. Ma il risparmio è comunque forte.

Gli altri 5 bonus: sono quelli che erogano più soldi

I bonus mezzi pubblici per gli anziani sono particolarmente ricchi. Innanzitutto si può chiedere il bonus da 60€ sui mezzi pubblici che ora è diventato mensile e richiedibile ogni singolo mese. Ma poi c’è anche la carta argento di Trenitalia che garantisce sconti molto forti. Ma anche qui la parte del leone la fanno i comuni. Infatti adesso i comuni consentono agli anziani abbonamenti gratuiti.

Pensione: 7 bonus da chiedere
Pensione: 7 bonus da chiedere (I Love Trading)

Con gli abbonamenti gratuiti o scontati si potrà risparmiare tanto. Ed infatti è importante approfittare. Ma c’è anche lo sconto di 60 centesimi sui bollettini postali. Può sembrare uno sconto piccolo ma tanti anziani invece lo apprezzano particolarmente (alle volte anche un piccolo risparmio può dare un senso di cura e protezione da parte delle istituzioni). Infatti se mostri la carta d’identità quando paghi un bollettino postale avrai lo sconto di 60 centesimi.

Conto corrente, cinema teatro e prestiti

Inoltre gli anziani sotto un certo reddito hanno diritto al conto corrente base che non cost praticamente nulla e a cinema e teatri a prezzi molto convenienti. Anche i prestiti sono agevolati con le convenzioni INPS. Aiutare economicamente gli anziani è doppiamente importante. Infatti quando si va avanti con l’età ci si sente più fragili, ma se la fragilità fisica si somma anche a quella economica ecco che l’effetto sulla psiche può essere particolarmente destabilizzante.