Andare alla spa gratis (novità senza precedenti) compreso il soggiorno, ti rilassi come vuoi

Spa gratis. Il sogno di tanti, ma difficilmente realizzabile. O no? Proprio No! Infatti è possibile dedicare qualche giorno a sé stessi senza spendere nulla. Come? Leggete e saprete.

Due anni di pandemia di Covid – 19, la guerra Russia – Ucraina di cui sentiamo il  fragore delle bombe, tanto siamo vicini al campo di battaglia, le bollette della luce e del gas che hanno toccato cifre inimmaginabili. Come si può pensare ad andare in una spa ed addirittura senza pagare nulla?

Eppure è possibile. Allora provate ad immaginarvi immersi nell’acqua. Relax assoluto dopo tanto stress. Ed ora però lo stress lo avete finalmente lasciato a casa e pensate che tutto questo può essere gratis. Ma come è possibile?

Spa e terme gratis, per quali patologie?

Una volta c’erano le terme, ora sembra ruotare tutto attorno alle spa. Ma quali sono le differenze tra le terme ed le spa? Le terme sfruttano l’acqua calda che arriva direttamente dal sottosuolo, cui si aggiunge vapori e fanghi, mentre le spa offrono trattamenti a base d’acqua termale per l’idroterapia o marina per la talassoterapia, per la cura del corpo.

Prendersi cura della propria persona, del proprio corpo, soprattutto in un’epoca che di tensioni ne ha regalate parecchie. Ora non è più un sogno, non è più un privilegio per pochi. Ora tutti possono regalarsi dei momenti di assoluto relax. Le acque termali, infatti, oltre all’innegabile relax, possiedono un riconosciuto potere curativo nei riguardi di alcune patologie.

Proprio per la capacità di riuscire a guarire, la Sanità ha concesso la possibilità di usufruire di cure gratuite a chi è afflitto da alcune specifiche patologie. Ad esempio, quelle legate al naso, alla gola o all’orecchio oppure riconducibili a problemi dell’apparato urinario. Inoltre patologie vascolari o problemi di natura dermatologica. Le cure di queste diverse patologie, possono essere effettuate anche gratuitamente, grazie al Servizio Sanitario Nazionale.

Gratis per chi?

Non tutti però possono usufruire di cure termali gratuite. E’ assolutamente necessario essere affetti da precise malattie. Hanno diritto alle cure termali i lavoratori dipendenti ed autonomi, purché iscritti all’INPS. E’ necessario, pertanto, una prescrizione del medico curante o di uno specialista che indichi esattamente di quale patologia soffre il suo paziente.

spa
Pixabay

Vi sono alcune cure termali che non sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Sono detraibili, però, al 19%, basta la prescrizione del medico e la fattura della struttura termale. Ecco quindi che concedersi un po’ di relax non più un sogno per pochi. E se poi è gratis…