Bonus 5.500€ per pc e tablet: i parlamentari lo riservano a loro stessi, volano parole grosse, ingiustizia

Queste notizie non si sa mai come trattarle perché francamente non si vuole scadere nel facile populismo ma d’altra parte non provare rabbia è un po’ difficile.

Mentre agli italiani si chiedono sacrifici spaventosi arriva un bonus da €5500 a disposizione soltanto dei deputati. Quindi i deputati avranno a disposizione addirittura 5.500 euro per comprare tablet e computer nuovi a spese dello stato.

Bonus pc tablet deputati
Bonus pc tablet deputati (Fonte: ilovetrading.it)

I bonus dovrebbero servire ad aiutare le famiglie in difficoltà ma questo governo non ama i bonus e dice che i bonus sono delle mance e che disincentivano al lavoro. Lavoratori ricchi e peraltro assolutamente non controllati come i deputati non hanno sicuramente bisogno di bonus statali e quindi non si capisce assolutamente il senso di erogare 5.500 euro a dei lavoratori ricchi e che tra l’altro se vogliono, possono anche non andare al lavoro.

Si tagliano i bonus ai poveri e si danno ai ricchi: esclusione

Se si tagliano i bonus ai poveri e poi i politici li danno al loro stessi, ecco che c’è qualche cosa che non funziona. Non si tratta assolutamente del solito discorso “piove governo ladro” ma si tratta semplicemente del fatto che un bonus così ricco non può essere dato ad un lavoratore che già è ricchissimo di suo. Infatti il senso del bonus è proprio quello di favorire una inclusione sociale e non di esasperare l’esclusione.

Ma la nostra società col concetto di esclusione ha proprio un problema. Infatti noi comunemente utilizziamo la parola “esclusiva” in un senso positivo. Se un’auto è esclusiva vuol dire che è desiderabile, se è un hotel è esclusivo vuol dire che è qualche cosa di rimarchevole. Invece la parola “esclusiva” è la parola più orrida che esista nel nostro vocabolario.

Una società che esclude e discrimina

Anzi permetteteci di dire che è proprio la più schifosa. Infatti non c’è niente di più atroce che escludere qualcuno. Un bonus che al posto di includere chi non ce la fa, esclude perché per sua natura è dato ai lavoratori ricchi è davvero qualche cosa di assurdo.

Bonus 5.500€ per pc e tablet: i parlamentari lo riservano a loro stessi
Bonus 5.500€ per pc e tablet: i parlamentari lo riservano a loro stessi (I Love Trading)

La speranza è che al di là del discorso di questo bonus assurdo, il Governo Meloni ripensi il suo atteggiamento sul reddito di cittadinanza perché quando arriverà la recessione il rischio di una bomba sociale diventa veramente fortissimo e allora le notizie dei parlamentari andranno a cercare su quei computer acquistati a spese dello Stato saranno veramente brutte.

“Le misure rivolte a ridurre la povertà e quelle contro l’esclusione sociale devono andare di pari passo.”
GIORGIO NAPOLITANO