Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Pensioni: arriva il doppio aumento quest’anno e nel 2024 | Svelate che cifre alte

Foto dell'autore

Marina Nardone

In arrivo un doppio aumento per le pensioni sia per il 2023 che per il 2024. Ecco finalmente rivelate le cifre. 

Chi otterrà un aumento delle pensioni tra il 2023 e il 2024? Pare infatti che l’INPS si sia impegnato a realizzare dei nuovi coefficienti di rivalutazione, utili per capire la cifra media di ogni retribuzione pensionabile che si percepisce e per calcolare la quota di assegni che vengono basati ancora sul sistema di calcolo retributivo.

Aumento pensioni 2023 2024
Nuovo aumento per le pensioni- Ilovetrading.it

I coefficienti di trasformazione che la legge ha stabilito, non sono altro che dei valori percentuali che danno la possibilità di effettuare il calcolo della cifra lorda della pensione annua basandosi sull’età e sui contributi versati.

Chi otterrà un assegno pensionistico più elevato tra la fine del 2023 e il 2024

I coefficienti nuovi per il calcolo delle pensioni con un valore più alto interessano i lavoratori che hanno effettuato l’iscrizione presso l’assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti e le gestioni speciali dei lavoratori autonomi.

Aumento pensioni 2023 2024
Assegno pensionistico aumentato- Ilovetrading.it

In poche parole questi sono validi solo per coloro che ancora devono andare in pensione e che devono effettuare il calcolo del trattamento finale e per il calcolo delle pensioni che utilizzano un sistema misto o in cui viene usato un sistema retributivo con contributi versati dal 31 dicembre 1995 e con pensioni maturate a seguito del primo gennaio 2012.

La somma finale della pensione si ottiene andando a moltiplicare il montante contributivo, il quale è formato dai contributi che il lavoratore ha versato negli anni lavorativi, per il coefficiente in percentuale della trasformazione.

Ecco quindi i nuovi coefficienti per il biennio del 2023 e il 2024 in cui si va a determinare l’importo aumentato delle pensioni che si calcolano in base al sistema contributivo:

  • per coloro che vanno in pensione a 57 anni, il coefficiente è pari al 4,270%;
  • per coloro che vanno in pensione a 58 anni, il coefficiente è pari al 4,378%;
  • per coloro che vanno in pensione a 59 anni, il coefficiente è pari al 4,493%;
  • per coloro che vanno in pensione a 60 anni, il coefficiente è pari al 4,615%;
  • per coloro che vanno in pensione a 61 anni, il coefficiente è pari al 4,744%;
  • per coloro che vanno in pensione a 62 anni, il coefficiente è pari al 4,882%;
  • per coloro che vanno in pensione a 63 anni, il coefficiente è pari al 5,028%;
  • per coloro che vanno in pensione a 64 anni, il coefficiente è pari al 5,184%;
  • per coloro che vanno in pensione a 65 anni, il coefficiente è pari al 5,352%;
  • per coloro che vanno in pensione a 66 anni, il coefficiente è pari al 5,531%;
  • per coloro che vanno in pensione a 67 anni, il coefficiente è pari al 5,723%;
  • per coloro che vanno in pensione a 68 anni, il coefficiente è pari al 5,931%;
  • per coloro che vanno in pensione a 69 anni, il coefficiente è pari al 6,154%;
  • per coloro che vanno in pensione a 70 anni, il coefficiente è pari al 6,395%;
  • per coloro che vanno in pensione a 71 anni, il coefficiente è pari al 6,655%.

Attraverso i coefficienti di trasformazione 2023-2024 dell’Inps utili per calcolare le pensioni, ogni importo vedrà un aumento di circa 10 euro al mese.

Impostazioni privacy