Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Ti hanno licenziato e vuoi sapere qual è l’importo dell’assegno Naspi? Esegui il calcolo in questo modo, è semplice

Foto dell'autore

Greta Di Raimondo

Ti sei ritrovato nella spiacevole situazione di un licenziamento e desideri conoscere l’importo dell’assegno NASpI? Ecco come calcolarlo.

NASpI è l’acronimo di “Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego”, ed è un sostegno al reddito, erogato mensilmente, ed è previsto in favore dei lavoratori con rapporto di lavoro subordinato, a tempo determinato o indeterminato. La NASpI è una indennità mensile di disoccupazione, istituita dall’articolo 1, decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22.

Il calcolo della NASpI
Come calcolare la NASpI (www.ilovetrading.it)

La NASpI sostituisce le precedenti prestazioni di disoccupazione ASpI e MiniASpI, in relazione agli eventi di disoccupazione involontaria che si sono verificati a partire dal 1° maggio 2015. La NASpI viene erogata sempre e solo su domanda dell’interessato. Per richiedere questa indennità, il rapporto di lavoro deve essere cessato involontariamente.

Inoltre, il lavoratore dovrà avere alla cessazione del contratto, almeno 13 settimane di contributi contro la disoccupazione nei quattro anni precedenti la cessazione. A partire dal 21 aprile 2023, è possibile accedere alla domanda della NASpI con un sistema digitalizzato previsto dall’INPS.

Come calcolare la NASPI

L’importo della NASpI viene stabilito per legge e viene rivalutato annualmente in base alla variazione dell’indice ISTAT. Ogni anno L’INPS comunica l’importo massimo dell’indennità di disoccupazione NASpI attraverso una circolare. L’importo assegnato è sempre pari al 75% della retribuzione media e per quanto riguarda il 2023 è pari a 1.470,99 euro.

Disoccupazione: calcola la tua NASpI
Licenziamento involontario: calcola la NASpI (www.ilovetrading.it)

La somma si riduce del 3% ogni mese dal primo giorno del sesto mese di fruizione. La riduzione scatta dall’ottavo mese se il beneficiario ha compiuto 55 anni. In base alle normative introdotte dalla Legge di Bilancio 2022, valide anche per il 2023, l’importo del beneficio si riduce del 3% al mese dopo 3 mesi.

Per gli under 55 si riduce del 3% al mese dopo cinque mesi per gli eventi di cessazione involontaria del rapporto di lavoro verificatisi dal 1° gennaio 2022. Per gli over 55, si tratta di una percentuale del 3% al mese dopo sette mesi, per tutti gli eventi di cessazione involontaria del rapporto di lavoro verificatisi dal 1° gennaio 2022.

La NASpI corrisponde al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali percepita dal lavoratore negli ultimi quattro anni se la stessa è inferiore all’importo minimo di 1.352,19 € per il 2023. Se è superiore, è pari al 75% dell’importo di riferimento annuo sommato al 25% della differenza tra la retribuzione media mensile e tale importo.

Si calcola prendendo la retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi 4 anni, divisa per il totale delle settimane di contribuzione e moltiplicata per il coefficiente numerico 4,33. La retribuzione di riferimento per calcolare la prestazione da erogare è pari a 1.352,19 euro per il 2023. 

Impostazioni privacy