Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Pellet a prezzo stracciato: l’offerta che ti tiene caldo per tutto l’inverno | Ora o mai più

Foto dell'autore

Giusy Pirosa

Un’offerta di quelle che non si possono proprio rifiutare: pellet a prezzo stracciato. Così molte famiglie potranno stare al caldo in inverno.

Il Pellet è il biocombustibile che gli italiani amano di più, e il prezzo è sceso parecchio rispetto allo scorso anno. Secondo i dati di Aiel, chi si è rifornito in estate ha risparmiato il 40% rispetto al 2022, quando i prezzi erano davvero elevati. Una buona notizia, visto che il Pellet è ancora il combustibile preferito dalle famiglie italiane.

Pellet
Pellet a prezzo stracciato-ilovetrading.it

Grazie alle agevolazioni del governo di centrodestra, come la riduzione dell’Iva, i prezzi sono finalmente scesi. Nel 2022, il pellet ha raggiunto i 15 euro a sacchetto, rispetto ai 4 euro degli anni precedenti. Dunque, il prezzo del Pellet era salito alle stelle, quattro volte tanto rispetto all’anno precedente. Ma nonostante ciò, gli italiani hanno continuato a preferirlo come biocombustibile numero uno.

E adesso, con l’estate ancora in corso, il prezzo è sceso maggiormente, quindi tutti si stanno lanciando sull’acquisto. Ma pochi sanno che si possono comprare ben 132.000 sacchi a un prezzo stracciato. Ecco come fare.

Pellet a prezzo stracciato: ecco come, quanto e dove

Non è una novità che il Pellet è la biomassa preferita dagli italiani nonostante i prezzi alti degli ultimi anni. È sicuro e funziona bene in ambienti grandi, quindi non sorprende che sia ancora il più usato anche quando costa un occhio della testa.

Pellet
Pellet che brucia-ilovetrading.it

Ma in Italia non produciamo abbastanza Pellet per soddisfare la domanda: solo 450.000 tonnellate su un consumo di 3,35 milioni di tonnellate. Quindi dobbiamo importarlo da paesi come la Slovacchia, la Repubblica Ceca, l’Austria e la Croazia. Negli ultimi mesi sembra che i prezzi siano tornati alla normalità: il costo medio si è abbassato a 6,19 euro per un sacco da 15 Kg.

Ma se l’intento è quello di risparmiare, c’è un’asta online che offre centinaia di tonnellate di pellet sequestrato a un prezzo stracciato perché importato in modo irregolare. Sono circa 132.600 sacchi di pellet da 15 kg sequestrati a Genova perché non avevano le certificazioni giuste per l’importazione.

La maggior parte del carico viene dalla Turchia e ora è fermo in una decina di container in attesa di essere venduto. Finalmente, dove diversi giorni di fermo, la Sovemo, l’agenzia di vendite giudiziarie, lo sta mettendo all’asta. Ci sono circa 85 lotti, ognuno composto da 1560 sacchi da 15 kg cadauno. Il peso di ogni lotto è di 23.400 kg e l’asta parte da 7488 euro.

Ma attenzione, perché ci sono anche i diritti d’asta e l’Iva da aggiungere. Quindi, alla fine, ogni lotto costerà 9.424 euro, senza considerare eventuali rilanci. Siccome online un sacco da 15 kg dello stesso marchio turco costa 8 euro, si capisce subito che stiamo parlando di un bel risparmio.

In realtà, ogni lotto sequestrato vale 12.480 euro, quindi il risparmio è di circa 3000 euro, ovvero 2 euro a sacchetto. Non male, vero? Il problema è solo con il ritiro: ogni lotto è di 20 bancali e ovviamente ci saranno altre spese per il trasporto. Quindi, è probabile che solo i commercianti o le grandi attività di distribuzione compreranno tutto questo Pellet.

Impostazioni privacy