Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Tantissimi posti di lavoro: ma nessuno si candida, la lista dei posti disponibili

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Nonostante tutto, ci sono tantissimi posti di lavoro per cui però nessuno si candida. Ecco la lista dei posti disponibili

Gli ultimi dati disponibili sul mondo del lavoro in Italia parla dell’aumento dei giovani che non studiano e non lavorano.

Offerte di lavoro
In Italia ci sono molti posti di lavoro che restano vacanti – Ilovetrading.it

Sono sempre di più, inoltre, i ragazzi che decidono di partire all’estero e di iniziare una nuova avventura lavorativa in un Paese diverso dall’Italia. Tuttavia, nel nostro Paese si delinea anche una condizione paradossale che vede tantissimi posti di lavoro per cui però nessuno si  candida. Ecco, quindi, la lista dei posti disponibili.

Tantissimi posti di lavoro, ma nessuno si candida

Sono sempre di più le aziende che lamentano gravi carenze di lavoratori. Un caso importante è quello dei profili tecnico – ingegneristiche e operai specializzati. In questo caso le carenze possono arrivare anche al 70% a causa della mancanza di candidati preparati e ben formati. Mancano anche lavoratori in ambito delle professioni tecniche (49,5%) e i conduttori di impianti mobili e fissi (53%). Dunque si tratta di operai, attrezzisti e artigiani del legno, la cui mancanza si registra soprattutto al Nord Ovest. Sono numerose le aziende che denunciano una così grave carenza, anche per quanto riguarda meccanici artigianali, operai specializzati e addetti alle rifiniture.

Offerte di lavoro
A mancare sono soprattutto operai specializzati – Ilovetrading.it

Come abbiamo detto, la carenza di queste figure professionali riguarda tutto il Paese, ma in particolare nelle zone del Nord – est Italia. Sono molte le aziende che non riescono a trovare candidati e, secondo i dati ufficiali, circa il 53,4% delle imprese ha lamentato difficoltà nel trovare i giusti candidati. Tuttavia, in molti casi le proposte lavorative riguardano i contratti di lavoro a tempo determinato, circa 284mila unità contro i 108 mila contratti a tempo indeterminato. Sono invece circa 57mila i contratti di somministrazione, mentre 32mila gli altri contratti non dipendenti. Moti meno i contratti di apprendistato (26mila unità) e altri (14mila).

Secondo il Bollettino del Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Anpal con Unioncamere, ci sono anche settori in crescita. Stiamo parlando di servizi alle persone e logistica. Nella maggior parte dei casi, quindi le aziende che hanno difficoltà a trovare lavoro sono quelle che richiedono operai con sufficiente preparazione tecnica. Una situazione opposta, invece, quella degli aspiranti lavoratori che sono alla continua ricerca di lavoro senza però avere un buon esito. Questa, quindi, è l’ennesima prova – qualora ce ne fosse stato bisogno – che in Italia il problema principale è quello del mancato incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Impostazioni privacy