Modello Redditi PF 2023: come ricevere l’accredito del rimborso direttamente sul conto corrente

Ecco il modo per ricevere il rimborso della dichiarazione dei redditi direttamente sul conto corrente. È davvero molto semplice.

Tutti conosciamo come funziona la dichiarazione dei redditi. Una volta che l’Agenzia delle Entrate ha fatto i propri controlli sui redditi annuali (in riferimento all’anno precedente), procede col dichiarare se si è in debito oppure a credito, e cioè che sono loro a dovere dei soldi a noi. In questo caso, bisogna scegliere come farsi inviare il denaro che ci spetta, il cosiddetto rimborso dalle spese sostenute. Scopriamo come farcelo inviare direttamente sul nostro conto corrente.

dichiarazione dei redditi
Come farsi accreditare il rimborso sul proprio conto corrente-Ilovetrading.it

Dunque, una volta che il fisco ha eseguito i propri controlli, passa ai rimborsi o alla richiesta di pagamento. Fate attenzione perché l’Agenzia delle Entrate non rimborsa i crediti relativi all’IRPEF e alle addizionali regionali, se sono pari o inferiori ai 12 euro. I crediti relativi alle imposte sostitutive e alle altre imposte che sono indicate nella sezione RX, di uguale importo o inferiore ai 12 euro, non vengono rimborsati. C’è anche la possibilità che il contribuente scelga di riportare il credito nella dichiarazione dell’anno dopo. Vediamo il modo invece per ricevere sul conto corrente i soldi del rimborso.

Come farsi accreditare il rimborso sul conto corrente dal modello 730

Fate anche attenzione perché se il contribuente nel riquadro RX non fa nessuna scelta, il credito viene considerato direttamente come un’eccedenza da usare nell’anno di riferimento successivo. Se il credito non viene utilizzato nemmeno nella dichiarazione successiva, il contribuente può a quel punto richiedere il rimborso dei soldi in eccesso. L’AdE, dopo aver eseguito i controlli sul fatto che non sia stato usato, erogherà il rimborso del credito.

come ricevere rimborso
Come ricevere il rimborso su conto corrente-Ilovetrading.it

Bisogna ricordare, che le dichiarazioni dei redditi, vengono sottoposte al controllo automatico, in base all’articolo 36-bis d.P.R n.600 del 1973, per verificare la correttezza dei dati che vengono dichiarati. Questo per evitare che si incappi in errori grossolani, rischiosi per il contribuente.

In più, prima di procedere al pagamento, l’Agenzia verifica se il contribuente che ha richiesto il rimborso, è anche in grado di riceverlo. Ad esempio, se il beneficiario del rimborso è deceduto, bisognerà individuare gli eredi per fargli recapitare il rimborso del denaro.

Come richiederlo sul proprio conto corrente? Per velocizzare operazioni, e dunque l’erogazione del rimborso, il contribuente può comunicare nella proprio area privata sul sito dell’Agenzia, il proprio codice IBAN. Così facendo, quando l’Agenzia emetterà il rimborso, l’accredito sarà veloce e senza problemi.

Impostazioni privacy