Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Pensioni, arriva la notizia più bella: succederà a ottobre

Foto dell'autore

Giuseppe F.

Il nuovo accredito delle pensioni da parte dell’INPS avverrà a ottobre 2023 senza alcun anticipo, ma sono comunque in arrivo alcune sorprese: si parla di arretrati e aumenti.

Gli anziani si domandano con particolare ansia chi potrà godere di soldi in più (attraverso il versamento di arretrati e aumenti) sulla pensione. Ebbene, in merito al pagamento delle pensioni di ottobre 2023 si segnalano varie novità interessanti. Come annunciato più volte dal Governo, in questo mese sono previsti degli aumenti sull’importo sugli assegni previdenziali.

Aumenti e arretrati pensioni
Soldi in più nelle pensioni di ottobre: ecco per chi – ilovetrading.it

C’è da gioire? Sì e no. Innanzitutto, l’aumento non riguardi tutti. E di certo non è così cospicuo come sperato o lasciato intendere dalla politica. A ogni modo, l’arrivo del mese prossimo sarà accolto forse con entusiasmo da almeno qualche pensionato. Ecco chi potrà contare su un cedolino più ricco grazie al bonus fiscale.

Quanti pensionati potranno godere dell’aumento? A occhio e croce, pochi. A sorridere di più, c’è da scommetterci, saranno gli over 75 con pensione minima. Ovvero gli appartenenti alla categoria che conoscerà l’aumento più cospicuo. Ma non solo loro avranno modo di guadagnare qualcosina in più a ottobre.

La legge di Bilancio ha previsto un incremento della pensione per i trattamenti previdenziali minimi. In più a ottobre saranno corrisposti alcuni arretrati agli aventi diritto. In base a ciò, alcuni pensionati potranno ottenere fino a 250 euro in più (sempre nel contesto delle pensioni minime degli over 75).

Questo significa che chi percepisce una pensione minima di 600 euro circa e sta aspettando gli arretrati otterrà un incremento fino a 250 euro, percependo dunque 850 euro. Senza ovviamente dimenticare le trattenute per le addizionali regionali e comunali. E poi le altre trattenute il conguaglio IRPEF.

In generale, l’assegno della pensione di ottobre 2023 sarà più ricco anche per chi (in realtà i casi sembrano pochissimi) non ha ancora avuto gli arretrati. Le attese erano comunque altre. Ma ci si accontenta.

Pensione a ottobre: arrivano arretrati e aumenti

L’aumento per gli over 75, invece, rientra nelle rivalutazioni dettate dal taglio del cuneo fiscale. Il guadagno, come spiegato, riguarda solo ed esclusivamente i titolari delle pensioni minime. Si parla di un aumento pari al 6,4%, ma solo per chi ha raggiunto i 75 anni di età.

Arretrati e aumenti pensione
Aumenti pensione a ottobre – www.ilovetrading.it

Questi pensionati riceveranno un incremento nel cedolino di settembre 2023 fino 36,08 euro, mentre gli arretrati dei mesi precedenti, per chi non li ha avuti già ad agosto, saranno di circa 250 euro. L’aumento sarà minimo per gli altri. Ma a ogni modo l’assegno della pensione di ottobre 2023 salirà dunque da 563,74 (la cifra corrisposta allo scorso ottobre) a 599,32 euro.

Ci saranno aumenti anche per gli under 75. Ma in questo caso i pensionati sotto questa soglia di età dovranno accontentarsi di un surplus davvero piccolo. Si parla di 8,46 euro in più. E basta. E con meno di 60 euro di arretrati. L’importo minimo di 563.74 euro, ad agosto 2023 porterà a casa 572.20 euro, passando da 563,74 euro a un massimo di 572,2 euro al mese.

Gestione cookie