Cashback, se l’avete utilizzato, sono questi i giorni in cui dovete avere indietro i vostri soldi

Il cashback è andato in soffitta, ma questo non significa il governo abbia rinunciato alla tracciabilità. Adesso ci pensano le agevolazioni sul pos all’uso del contante. Ma tutti i soldi ancora da assegnare che fine hanno fatto? Cerchiamo di vederci chiaro.

Spesa
Spesa (Getty)

Il cashback era sostanzialmente un fatto politico legato alla forza dei 5 stelle. Con l’arrivo del governo Draghi i critici sono tornati a far sentire le proprie ragioni e lo strumento è stato sospeso. Da luglio i rimborsi non ci saranno più ma cosa accade per tutte le operazioni compiute nel primo semestre? Gli accrediti ci saranno regolarmente entro breve, ma questa misura tornerà?

Come detto il destino di questo strumento era legato a doppio filo a quello dell’ex premier Conte. Finita l’era Conte, il cashback una novità usata come cavallo di battaglia politico dal M5S terminava la sua fortuna. Le critiche non sono mai mancate a dire la verità e queste critiche sono il punto di partenza per capire il destino di questo strumento attualmente congelato.

Cosa accadrà?

Draghi
Draghi (Getty)

Il Cashback era assai oneroso per lo Stato. Consistendo in un rimborso del 10% sugli acquisti fatti con strumenti tracciabili era costantemente sottoposto al nodo coperture. Ma non basta. I numeri di questa operazione sono stati importanti: addirittura 9 milioni di contribuenti hanno aderito all’iniziativa. Inoltre il PNRR italiano già aveva messo nero su bianco che le importanti risorse necessarie per farlo funzionare erano state destinate altrove.

Leggi anche: Pandemia, morti e affari: più del petrolio. Quanto guadagna Pfizer con il vaccino

Ad ogni modo il bonus fino a 150 euro vede pagamenti nell’arco del bimestre luglio agosto: dunque è già in essere. Discorso diverso per quello da 1500 euro. Qui i tempi potrebbero essere più lunghi ma non si va comunque oltre novembre di quest’anno. Ma per il futuro? Assai difficile che questo strumento di lotta all’evasione ritorni. L’attuale governo punta sui bonus per l’uso del Pos, maggiorati se si usa il Pos di ultima generazione.

Leggi anche: Bollette dell’energia elettrica, i costi sono un disastro. Perché dobbiamo diffidare delle offerte

Le novità introdotta dal M5S così come quelle introdotte dal governo Renzi hanno molto polarizzato l’opinione pubblica essendo state ampiamente usate in campagna elettorale. Inevitabilmente finiscono per seguire le fortune di chi le ha fortemente volute.