Il gamer è una professione che crea star e lauti guadagni

Molti non lo sanno ma il mondo del gaming negli ultimi anni è cambiato tanto. Una delle trasformazioni più radicali è che il gamer oggi non è più un semplice appassionato che usa i videogiochi per passare il tempo ma, in alcuni casi può diventare un’autentica professione.

Ma in che senso quella del gamer è una professione? Oggi spesso si parla dei videogiochi come e-sports. Ciò mette a fuoco una realtà nuova ma importante: per i videogiochi valgono, in un certo senso, quelle dinamiche che valgono per gli sport. Ci sono le star, ci sono i grandi eventi mondiali ci sono le sponsorizzazioni, eccetera. Ma vediamo di capire meglio questo mondo. Il gamer è oggi un vero sportivo e come tale può raggiungere delle vette di eccellenza che gli consentono di competere ad un livello agonistico.

Soldi e notorietà

during the Electronic Entertainment Expo E3 at the Los Angeles Convention Center on June 13, 2017 in Los Angeles, California.

Ma in che modo un gamer guadagna? Tutto ruota attorno ai grandi eventi del settore: più sono importanti questi eventi e più i gamer che vi partecipano e che vincono possono portare a casa cifre importanti. Parliamo di cifre che al massimo possono arrivare ai centomila dollari. Questa è solo la punta dell’iceberg. Gli esperti del settore dicono che le competizioni di esport in un certo senso sono simili alle Olimpiadi. Delle Olimpiadi hanno l’importanza, almeno relativamente al settore, e il fatto che guadagni ci siano ma non siano stellari.

Leggi anche: Covid la via d’uscita è ancora lontana, la terza dose ormai è una certezza per tutti

Il vero guadagno dei Gamer viene dalle sponsorizzazioni e dalle dirette su YouTube e Twitch che permettono di guadagnare davvero tanto.

Leggi anche: Prorogato lo smart working, ma se non hai il diritto di disconnetterti, ti bruci

Come al solito a pagare è il carisma, il divismo, la simpatia ed il fatto che le aziende facciano a gara per accaparrarsi i gamer più famosi simpatici e popolari per delle collaborazioni commerciali che possono calamitare davvero tanta gente.